Covid ultime 24h
casi +8.824
deceduti +377
tamponi +158.674
terapie intensive +41

La mamma di Arisa indagata per falso invalido: “Faceva finta di usare la sedia a rotelle”

Assunta Santarsiero avrebbe organizzato una "messa in scena" per ottenere l'invalidità

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 24 Set. 2019 alle 13:29 Aggiornato il 24 Set. 2019 alle 16:06
642
Immagine di copertina

La mamma di Arisa indagata per falso invalido

La mamma della cantante Arisa, Assunta Santarsiero, è tra le indagate nella maxi operazione della Procura di Potenza contro i falsi invalidi. L’inchiesta, denominata “Il canto delle sirene”, ha svelato uno scandalo di compravendite di falsi certificati medici e certificati d’invalidità che ha fatto già scattare sei arresti e vede coinvolte 40 persone.

Ieri la questura ha diffuso un video in cui Assunta Santarsiero, 62 anni, passeggia tranquilla nel suo giardino mentre innaffia le piante, quando invece alla visita per ottenere l’invalidità era stata accompagnata dal marito sulla sedia a rotelle.

La madre della cantante, abitante a Pignola, un comune in provincia di Potenza, ha ottenuto un’indennità di 805 euro al mese, che l’istituto di previdenza sociale (Inps) le ha versato dal 2017 ad oggi, dopo che la signora si era sottoposta alla visita in carrozzella davanti a un medico del tribunale. Secondo gli inquirenti, si tratterebbe di una messa in scena, organizzata da una rete di medici compiacenti, che usavano gli “anziani” come potenziali clienti interessati all’affare.

Ma la mamma di Arisa, indagata per falso invalido, si è difesa affermando di non godere di buona salute e di usare la sedia a rotelle solo per uscire di casa.

Ospite al programma “Mattino 5”, la signora ha affermato: “Non sto bene, io sto combattendo contro la “Bestia”. La sedia a rotelle? La uso un po’ sì e un po’ no. La prendo sempre quando esco di casa”, ha detto Assunta Santarsiero a Mattino 5.

Secondo la polizia la mamma di Arisa ha avuto seri problemi causati da un cancro, ma gli inquirenti affermano anche che “la Bestia” non avrebbe nulla a che fare con i mezzi con Santarsiero ha ottenuto l’invalidità civile.

Un’altra conferma della “messa in scena” organizzata da Santarsiero per ottenere l’invalidità è arrivata dai compaesani di Pignola, i quali hanno detto di non aver mai visto mamma Assunta girare per il paese in carrozzella, e di non averla mai incontrata su una sedia a rotelle o con un bastone: “Cammina bene” hanno affermato sicuri.

Secondo quanto scritto nell’ordinanza di custodia cautelare dal gip di Potenza, la mamma di Arisa sarebbe riuscita a farsi riconoscere l’invalidità anche grazie all’aiuto di un avvocato e di un intermediario. Se i sospetti fossero confermati, si tratterebbe del medesimo meccanismo riscontrato in tutte le truffe scoperchiate dall’inchiesta “il canto delle sirene”.

Arisa, la foto in bikini che spopola sui social

642
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.