Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Lecce, mamma di 28 anni esce di casa per gettare la spazzatura e sparisce nel nulla

Immagine di copertina

Gianna Broggio, 28 anni, originaria di Brescia ma residente a Nardò in provincia di Lecce da 8 anni, sembra essere scomparsa nel nulla. Di lei si sono perse le tracce martedì 30 giugno. Era una serata come le altre, Gianna aveva cenato con la famiglia, poi era scesa in strada per depositare il contenitore della differenziata senza fare più ritorno a casa.

La donna aveva cenato con i marito e i figli di 7 e 3 anni. Uscita in strada per gettare la spazzatura non ha fatto più ritorno. Dopo alcune ore e tentativi di contattarla telefonicamente, il marito si è allarmato e ha avvisato i Carabinieri. L’uomo, secondo quanto riferito a LeccePrima, ha atteso tutta la notte, pensando che la moglie potesse aver raggiunto delle amiche. All’alba, non avendola ancora vista rincasare, il compagno si è recato presso la caserma dei carabinieri per denunciarne la scomparsa. Immediate le indagini avviate dal personale dell’Arma, coordinato dal comandante della compagnia di Gallipoli, Francesco Battaglia. Il caso è finito anche sulla Rai, nella trasmissione “Chi l’ha visto?”.

Sono stati ascoltati alcuni conoscenti e recuperate le videocamere del sistema di sorveglianza installate in zona, alla ricerca di elementi utili alle indagini. Nessuna crisi coniugale all’orizzonte, anche a detta del marito: “Abbiamo cenato e scherzato a cena e stavamo pensando ai progetti per l’autunno”. La stessa famiglia di origine della scomparsa non ha notizie di Gianna. Gli investigatori dell’Arma non escludono alcuna pista, compresa quella più plausibile: l’allontanamento volontario. Sono però ancora in corso ulteriori accertamenti, fra cui quelli sui tabulati telefonici dell’utenza intestata alla donna. Tramite le celle telefoniche potrebbero infatti emergere gli spostamenti effettuati negli istanti successivi a quella cena.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / L’influencer Elena Berlato aggredita e rapinata a Milano: “Sono finita in ospedale”
Cronaca / Gino Cecchettin: "Dopo la morte di Giulia volevo vendicarmi di Turetta"
Ambiente / Generali apre alla comunità l’Oasi Gregoriana affiliata al WWF, un’area naturalistica e agricola ricca di biodiversità
Ti potrebbe interessare
Cronaca / L’influencer Elena Berlato aggredita e rapinata a Milano: “Sono finita in ospedale”
Cronaca / Gino Cecchettin: "Dopo la morte di Giulia volevo vendicarmi di Turetta"
Ambiente / Generali apre alla comunità l’Oasi Gregoriana affiliata al WWF, un’area naturalistica e agricola ricca di biodiversità
Cronaca / Autovelox non omologati, la Cassazione accoglie il ricorso: multa non valida
Cronaca / Premio Guido Carli: la festa dell’eccellenza italiana
Cronaca / Milano, violenze e torture nel carcere minorile Beccaria: arrestati 13 agenti penitenziari, altri 8 sospesi
Cronaca / Salerno, bambino di 15 mesi muore azzannato da due pittbull
Cronaca / Neve a bassa quota e gelo artico, torna l'inverno sull'Italia
Cronaca / Navigatore solitario disperso in mare tra Grecia e Italia: salvato dalla Guardia Costiera
Cronaca / Omicidio Mollicone, la testimone: “Serena ha litigato con un ragazzo il giorno della scomparsa”