Liguria, l’isola Gallinara venduta a un magnate ucraino per oltre 10 milioni di euro

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 3 Ago. 2020 alle 09:51 Aggiornato il 3 Ago. 2020 alle 09:53
575
Immagine di copertina

Liguria, l’isola Gallinara venduta per oltre 10 milioni di euro

L’isola Gallinara in Liguria è stata venduta pochi giorni fa per oltre 10 milioni di euro. Si tratta di una riserva naturale regionale, costituita nel 1989, a un chilometro e mezzo dalla costa, collocata tra Albenga ed Alassio. Per secoli, l’isola Gallinara è appartenuta alla Chiesa, mentre negli ultimi 150 anni è passata tra le mani di banchieri ed industriali, finché non è finita nel mirino di Olexandr Boguslayev, un ucraino residente nel Principato con cittadinanza di Grenada, l’isola caraibica. L’uomo, 42 anni, avrebbe acquistato l’isola dietro una società di Montecarlo, la Galinette. Come riporta il Corriere della Sera, a vendere l’isola Gallinara sono stati i nove gruppi familiari piemontesi e liguri che per 40 anni hanno posseduto la proprietà.

La storia dell’isola Gallinara: dalle origini ai giorni nostri

L’isola Gallinara è inaccessibile ai turisti. Ha la forma di una testuggine ed è alta fino a 87 metri. L’isola è stata il rifugio di santi ((Martino di Tours nel quarto secolo d.C.) e di papi (Alessandro III in fuga da Federico Barbarossa nel 1162). Di fatto, da quel momento l’isola è passata sotto la protezione della Chiesa. Si chiama Gallinara perché un tempo l’isola era popolata da galline selvatiche (come scrivevano Catone e Varrone). A metà dell’800, l’isola però fu privatizzata, acquistata dal banchiere di Imperia Leonardo Gastaldi che si proclamò subito Signore dell’Isola. Durante la seconda guerra mondiale i nazisti scavarono delle gallerie per stivare armi ed esplosivi. Dopo la guerra, a largo della costa avvenne la tragedia della motonave Annamaria, carica di bambini milanesi dai 4 ai 13 anni: la nave colpì qualcosa e affondò rapidamente. Morirono 44 persone. Nel 1960 fu Riccardo Diana ad acquistare l’isola e vi costruì una bellissima villa in cima. Alla fine degli anni ’70 l’isola passò nelle mani di un gruppo di famiglie liguri e piemontesi. E, infine, è arrivata per oltre 10 milioni di euro nelle mani di Bogyslayev.

Olexandr Boguslayev è l’unico figlio di Vyacheslav Boguslayev, un industriale e anche politico che, all’età di 82 anni, guida uno dei più grandi produttori mondiali di motori per aerei, missili ed elicotteri (la Motor Sich), la storica fornitrice dell’aviazione russa finita nel mirino di un caso diplomatico internazionale quando nel 2017 la Skyrizon Aviation (compagnia cinese) ne rilevò il 41% del capitale per poi arrivare alla maggioranza.

Leggi anche:

1. In Australia è in vendita un’isola da sogno: l’ex proprietario la vinse a poker / 2. Come cambiano gli acquisti in quarantena? Decuplicata le vendita di tute, bene lo skincare / 3 . La casa rosa de “La Carica dei 101” è in vendita: il prezzo è da capogiro

575
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.