Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Ingaggia sicario sul dark web per sfregiare l’ex ragazza: arrestato manager milanese

Immagine di copertina
Foto di Dr StClaire da Pixabay

L'uomo, un informatico esperto, aveva contattato un sicario sul dark web per sfregiare l'ex ragazza e costringerla sulla sedia a rotelle in cambio di 10mila euro in bitcoin

Un manager milanese di 40 anni è stato posto agli arresti domiciliari con l’accusa di stalking e tentate lesioni personali dopo aver ingaggiato un sicario sul dark web affinché la ex fidanzata fosse “sfregiata con l’acido e costretta su una sedia a rotelle”.

L’uomo è stato arrestato su richiesta della Procura di Roma, nell’ambito di un’indagine svolta dal sostituto procuratore Daniela Cento coordinata dal procuratore Michele Prestipino. A ricostruire i suoi contatti sul dark web è stata la polizia postale, con la squadra mobile di Roma e l’Interpol.

Il 40enne, un esperto informatico e funzionario di una grande azienda, covava un profondo risentimento verso l’ex fidanzata, una sua collega romana, e se da un lato le inviava fiori e messaggi insistenti, dall’altro aveva contattato il sicario, attraverso la rete anonima Tor, offrendo a un gruppo chiamato “Assassins quasi 10 mila euro in bitcoin.

“Nutrivo una profonda rabbia nei confronti della mia ex, motivo per il quale avevo pensato di lasciare un segno indelebile sul suo corpo così come lei aveva lasciato un segno indelebile su di me”, ha dichiarato l’uomo durante l’interrogatorio con gli inquirenti.

Le indagini erano iniziate lo scorso febbraio, dopo una segnalazione dell’Interpol. La Polizia di un Paese europeo aveva infatti acquisito sul dark web alcune conversazioni relative a un grave delitto su commissione progettato in Italia.

Tramite un intermediario, l’uomo era riuscito a reclutare un sicario, al quale aveva dato istruzioni per sfregiare la ragazza con l’acido e costringerla su una sedia a rotelle. L’operazione doveva “sembrare una rapina” e l’aggressore avrebbe “dovuto sottrarre la borsa della vittima”. Una parte della somma in bitcoin era stata già versata all’intermediario.

Leggi anche: 1. Castellammare, sacerdote chiede alle donne di non denunciare i mariti per le violenze subite /2. Assolto da stupro perché la vittima “non urlò”. La Cassazione: “Processo da rifare”/3.  No, il catcalling non è affatto un complimento (di Selvaggia Lucarelli)

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Calci e schiaffi alle figlie, assolto il padre: il fatto non sussiste
Cronaca / Taranto, ritrovato senza vita Don Giovanni Marraffa: il mistero sulla morte
Cronaca / Ferrara, suv investe due bici e fugge: morto ragazzo di 16 anni
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Calci e schiaffi alle figlie, assolto il padre: il fatto non sussiste
Cronaca / Taranto, ritrovato senza vita Don Giovanni Marraffa: il mistero sulla morte
Cronaca / Ferrara, suv investe due bici e fugge: morto ragazzo di 16 anni
Cronaca / Roma, 16enne abusata nell’ascensore della metro: arrestato 22enne
Cronaca / Juventus, chiesto il processo per Andrea Agnelli e altri 12 indagati
Cronaca / Ischia, trovati altri due corpi: salgono a 10 le vittime accertate della frana
Cronaca / “Dovevamo ascoltarlo di più. La colpa è anche nostra”: parla la mamma di Riccardo, il ragazzo morto prima della finta laurea
Cronaca / Caso Soumahoro, finita l’ispezione alla cooperativa Karibu. Il ministro Urso: ”Sarà messa in liquidazione”
Cronaca / Insegna per 20 anni senza laurea, condannata prof: “Deve restituire 314mila euro di stipendi”
Cronaca / La bugia sulla laurea e lo schianto in auto, il dolore del papà di Riccardo: “Non caricate i vostri figli di troppe aspettative”