Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:55
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Green Pass e mascherine: cosa prevede il nuovo decreto in vigore dal primo maggio

Immagine di copertina
Credits: ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Entro giovedì 28 aprile il governo si riunirà il cabina di regia per approvare il nuovo decreto sulle regole anti-Covid, che entrerà in vigore il primo maggio. Prevista l’eliminazione del green pass – fatta eccezione per le strutture sanitarie – e l’obbligo di indossare mascherine negli uffici pubblici, sui trasporti e nei luoghi dello spettacolo.

Secondo le anticipazioni del Corriere della Serata, potrebbe essere esteso anche ai negozi e ai palazzetti dello sport, ma è possibile che si tratterà della mascherina chirurgica. Anche negli uffici pubblici si manterrà la chirurgica, mentre nel privato si lascerà scegliere alle aziende. Le regole di distanziamento dovrebbero invece essere sufficienti per spingere il governo ad eliminare l’obbligo nei bar e nei ristoranti.

Green pass

Per quanto riguarda la certificazione verde, dal primo maggio non sarà più necessario mostrarla per entrare nei luoghi di lavoro e nei locali pubblici: bisognerà portare il Green Pass con sé per dimostrare l’avvenuta vaccinazione o guarigione, fatta eccezione per “gli esercenti le professioni sanitarie e dei lavoratori negli ospedali e nelle Rsa per cui resta la sospensione dal lavoro per chi non si vaccina, fino al 31 dicembre”, recita la bozza del decreto. Il Green pass dunque dovrebbe riguardare:

– l’accesso ai luoghi di lavoro
– bar e ristoranti anche al chiuso
– mense e catering continuativo
– accesso degli spettatori a spettacoli al chiuso (cinema, teatri)
– eventi sportivi
– studenti universitari
– centri benessere
– attività sportive al chiuso e spogliatoi
– convegni e congressi
– corsi di formazione
– centri culturali, sociali e ricreativi al chiuso
– concorsi pubblici
– sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò
– colloqui visivi in presenza con i detenuti negli istituti penitenziari
– feste al chiuso e discoteche
– mezzi di trasporto

Ti potrebbe interessare
Roma / Roma, autobus in fiamme a Tor Sapienza: tre intossicati
Cronaca / Fedez contro Gramellini: “Di essere l’idolo della sinistra non mi frega un ca…”
Cronaca / Giovani, precari e depressi: l’impatto delle disuguaglianze sulla salute mentale delle nuove generazioni
Ti potrebbe interessare
Roma / Roma, autobus in fiamme a Tor Sapienza: tre intossicati
Cronaca / Fedez contro Gramellini: “Di essere l’idolo della sinistra non mi frega un ca…”
Cronaca / Giovani, precari e depressi: l’impatto delle disuguaglianze sulla salute mentale delle nuove generazioni
Cronaca / È uscito il nuovo numero di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Strage Suviana, trovati i corpi di due dispersi: salgono a cinque le vittime accertate
Cronaca / Meteo, temporali e grandine al Nord, temperature giù al Centro-Sud
Cronaca / Epidemia di morbillo in Italia, Bassetti: "Il peggio arriverà in estate"
Cronaca / Vincenzo, Mario, Pavel: chi sono i tre lavoratori morti nell’esplosione della centrale di Suviana
Cronaca / Enrico Varriale al processo per stalking: "Le ho dato uno schiaffo"
Cronaca / Esplosione alla centrale idroelettrica della diga di Suviana: tre morti, tre feriti gravi e sei dispersi