Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:34
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Prof a domicilio, l’iniziativa di Giulia che gira in camper per fare lezione sotto casa degli alunni

Immagine di copertina
Crediti: TG1

Prof a domicilio: l’iniziativa di Giulia, che gira in camper per fare lezione ai suoi alunni sotto casa

Un camper per amico, o meglio come scuola. L’iniziativa di Giulia Zaffagnini, una giovane professoressa di 26 anni, è subentrata con l’emergenza Coronavirus. Il suo camper, Jolly, è entrato nella sua vita già da qualche anno, anche se l’obiettivo all’epoca era diverso. Giulia, infatti, voleva farne la sua casa itinerante in giro per l’Europa, da usare in vacanza insieme agli amici; poi Jolly è diventato un piccolo rifugio scolastico.

All’inizio di quest’anno, a Giulia è stato assegnato il ruolo di insegnante di laboratorio linguistico presso l’Istituto comprensivo San Rocco di Faenza: la professoressa doveva seguire un gruppo di studenti delle medie di origine straniera ed è per loro che Giulia ha tirato in ballo il suo Jolly. Spesso, questi ragazzi riscontrano difficoltà con la lingua, di conseguenza anche con la didattica online. Per non lasciarli soli in questo periodo difficile, Giulia allora è corsa con il suo camper sotto casa dei ragazzi, per aiutarli con il programma almeno una volta a settimana: lezioni individuali, nel rispetto delle norme di sicurezza, a bordo di Jolly.

Giulia, il suo Jolly e  il progetto “Scuola senza frontiere”

“Se non ci fosse stata l’emergenza Covid non mi sarebbe mai venuto in mente di utilizzarlo come scuola”, e invece Giulia ha dovuto riadattare il suo camper Volkswagen Westfalia del 1987 a rifugio scolastico. L’ha acquistato nel 2015, dopo l’Erasmus in Spagna, e ha cambiato il colore, da bianco a verde. Munita di lavagna e gessetti, tavolino pieghevole e sedia – sanificati  prima e dopo ogni lezione -, Giulia ha quindi dato vita al progetto “Scuola senza frontiere”.

Crediti: TG1

“Facevo già didattica uno a uno e questo di sicuro ha agevolato la creazione del progetto, ma se fossi una docente curricolare forse con una classe di venti ragazzi non sarebbe possibile”, ha spiegato la giovane professoressa a Fanpage. “I riscontri che ho avuto da parte loro sono stati molto positivi, perché mi hanno detto di essere un po’ stanchi di ritrovarsi tante ore davanti al computer”.

Da dov’è nata l’idea? Giulia ha raccontato che “di solito in presenza, per spiegare una cosa, ci metto dieci minuti, mentre con la didattica online ci ho messo anche un’ora intera. Quindi principalmente tutto è nato dalla frustrazione, mia e dei ragazzi, data da un momento di emergenza come quello attuale”. E poi ha aggiunto: “A volte una piccola idea può cambiare tanto ai ragazzi”.

Leggi anche:

1. Torino, la lettera di 250 genitori: “Bambini dimenticati, servono soluzioni per il mondo della scuola” / 2. Doppi turni, lezioni miste e stipendi più alti per i prof: le ipotesi del Miur per far ripartire la scuola

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, Bassetti: “Attenzione alla variante indiana. Forse più contagiosa”
Cronaca / Lo chef stellato Andrea Aprea: “Ho assunto trenta persone. Se paghi il giusto le trovi”
Cronaca / Fratelli Bianchi, la madre: “Sentenza ingiusta. Condannati a furor di popolo”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, Bassetti: “Attenzione alla variante indiana. Forse più contagiosa”
Cronaca / Lo chef stellato Andrea Aprea: “Ho assunto trenta persone. Se paghi il giusto le trovi”
Cronaca / Fratelli Bianchi, la madre: “Sentenza ingiusta. Condannati a furor di popolo”
Cronaca / Il Papa nominerà due donne al dicastero dei Vescovi: è la prima volta nella storia
Cronaca / Molestie adunata alpini, pm chiede l’archiviazione: “Difficile identificare i colpevoli”
Cronaca / Consumi, le famiglie non hanno mai speso così tanto per energia, gas e carburanti
Cronaca / Napoli, bufera sulla pizzeria “Dal Presidente” per una storia omofoba su Instagram
Cronaca / Alessandra, sopravvissuta sulla Marmolada, e il post d’addio al compagno: “Ti amo Tommaso”
Cronaca / Rifiuti, economia circolare, normativa Pfand: l’Italia è ancora al Medioevo. Per fortuna c’è l’Europa
Cronaca / Ius scholae, l’appoggio di Famiglia Cristiana: “Atto di giustizia”