Me

San Pietro, il blitz di Forza Nuova e lo striscione contro il Papa: “Oggi è toccato a Bergoglio, domani a Mimmo Lucano”

Il movimento di estrema destra contesta il pontefice per la sua posizione sul tema dell'immigrazione. Domani previsto l'intervento di Mimmo Lucano alla Sapienza

Di Anna Ditta
Pubblicato il 12 Mag. 2019 alle 16:53 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:38
Immagine di copertina
L'immagine del blitz pubblicata sulla pagina Facebook di Forza Nuova

Forza Nuova Papa Francesco | Il movimento di estrema destra Forza Nuova si è schierata contro Papa Francesco in un blitz che si è tenuto a via della Conciliazione, vicino piazza San Pietro, durante l’Angelus del pontefice.

I militanti hanno esposto uno striscione con la scritta: “Bergoglio come Badoglio. Stop immigrazione”, contestando le numerose prese di posizione del Papa in favore dei migranti, incluso il discorso sui porti chiusi in occasione della Via Crucis.

“Da Mimmo Lucano fino a Jorge Mario Bergoglio, dai media ai palazzi del potere, dalle bandiere rosse ai manganelli o ai divieti delle questure, chi odia l’Italia e gli Italiani, chi vuole silenziare il dissenso, troverà la resistenza di Forza Nuova”, si legge nel post Facebook con cui il movimento ha rivendicato l’iniziativa. “Chiunque ripeta le litanie di Soros o ne difenda nei fatti gli interessi deve essere contestato”.

“Oggi all’Angelus abbiamo contestato duramente Jorge Bergoglio, paragonandolo a Badoglio perché simbolo universale del tradimento più vergognoso”, prosegue il post, “Oggi è toccato a Jorge Bergoglio, domani toccherà a Mimmo Lucano. Poi sarà il turno di media, toghe militanti e politici venduti a Bruxelles. Resistenza alla sostituzione etnica e difesa dei diritti sociali saranno le bandiere che difenderemo senza se e senza ma”.

In fondo al post si legge anche la richiesta di scarcerazione di Giulio Castellino e Vincenzo Nardulli, due componenti del partito che sono finiti in carcere con accusa di aggressione dei due giornalisti dell’Espresso lo scorso 7 gennaio al Verano.

Nei giorni scorsi Papa Francesco ha voluto incontrare la famiglia rom nei confronti della quale i militanti di Casapound, un altro movimento di estrema destra, contestavano l’assegnazione di una casa popolare nel quartiere romano di Casal Bruciato (qui la ricostruzione di tutte le proteste a Casal Bruciato).

Lo stesso giorno 500 rom e sinti sono stati ricevuti in Vaticano da Bergoglio per dare un segnale di pace e integrazione (qui il racconto della giornata in Vaticano).

Forza Nuova e la contestazione a Mimmo Lucano

Forza Nuova ha annunciato pochi giorni fa l’intenzione di tenere un comizio a piazzale Aldo Moro, a Roma, per contestare l’intervento del sindaco sospeso di Riace, Mimmo Lucano, chiamato a parlare pubblicamente lunedì 13 maggio all’università La Sapienza. La questura ha vietato la manifestazione di Forza Nuova e Lucano ha dichiarato: “Lunedì all’università ‘La Sapienza’ ci sarò. E ci andrò senza scorta, perché non ho mai fatto male a nessuno e perché non temo il clima di odio, che mi sembra assurdo”.

Il Papa ha donato mezzo milione di dollari ai migranti bloccati al confine tra Messico e Usa