Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Desenzano, fallo gonfiabile contro i passanti in strada: ragazzo multato di 4mila euro

Immagine di copertina

Desenzano sul Garda | Brescia | Fallo gonfiabile contro i passanti in strada

DESENZANO FALLO GONFIABILE CONTRO PASSANTI – Gli addii al celibato e al nubilato talvolta finiscono male. Qualcuno beve troppo e si rende protagonista di una bravata. Lo sa bene un ragazzo che alcuni giorni fa a Desenzano sul Garda, ubriaco, ha infastidito i passanti armeggiano un fallo gigante. Il giovane si è beccato una multa salata, di oltre 4mila euro e il cosiddetto ‘daspo urbano’.

La vicenda viene raccontata online da alcuni giornali locali come Brescia Today e Bresciaoggi. L’intervento della Polizia locale si è concluso precisamente con sanzioni da circa 4mila euro e un decreto di allontanamento temporaneo dal territorio comunale di Desenzano.

Come riferito dal comandante dei vigili Carlalberto Presicci due sabati fa un gruppo di ragazzi parmensi, ubriachi, si aggiravano per le strade di Desenzano importunando i passanti e il “capo” dei festeggianti, forse il futuro sposo, camminava armeggiando con un simbolo fallico gonfiabile di notevoli dimensioni. Poi è stato fermato da agenti in borghese.

> Le notizie di cronaca di TPI

Il giovane armato di fallo gonfiabile è stato accompagnato al comando, identificato e sanzionato. È stato multato di 3.800 euro per atti contrari alla pubblica decenza, un reato depenalizzato e che prevede quindi solo una sanzione amministrativa, e di altri 200 euro per ubriachezza molesta.

I giovani sarebbero stati avvicinati, sul lungolago, da agenti in borghese impegnati proprio in quel genere di di controlli perché a Desenzano quello degli addii al celibato molesti è un problema noto da anni. I ragazzi hanno reagito bene ai controlli ed è stato necessario anche l’intervento di altre pattuglie per ristabilire la calma.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Falcone star di TikTok”: i video sul magistrato antimafia ricevono oltre 140mila visualizzazioni sul social dei 20enni
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Covid, 30.310 casi e 108 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 12,2%
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Falcone star di TikTok”: i video sul magistrato antimafia ricevono oltre 140mila visualizzazioni sul social dei 20enni
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Covid, 30.310 casi e 108 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 12,2%
Cronaca / Bambino morto all’asilo, la proprietaria dell’auto: “Sono sicura di aver inserito la marcia, il freno a mano non ricordo”
Cronaca / Identificato allo Spallanzani di Roma il primo caso in Italia di vaiolo delle scimmie
Cronaca / I buchi nelle indagini sulla strage di Capaci: quelle tracce mai seguite
Cronaca / Rimorchiatore affonda al largo di Bari, 5 morti: “Capitano trovato vivo su una zattera”
Cronaca / Il pm Tescaroli a TPI: “Sulla strage di Capaci presunti interessi esterni a Cosa nostra”
Cronaca / Falcone e quelle indagini naufragate su Mattarella e Gladio
Cronaca / ESCLUSIVO TPI: Falcone spiato da apparati dello Stato durante l’interrogatorio (finora ignoto) a Licio Gelli