Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:12
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Facebook chiude 23 pagine di fake news: la metà erano a sostegno di Lega e M5S

Immagine di copertina
facebook fake news

Fake news Lega M5S – Facebook ha appena chiuso 23 pagine con quasi 2,5 milioni di follower in quanto diffondevano fake news e messaggi di odio in violazione delle regole del social network stesso. La metà di queste erano a sostegno della Lega e del Movimento Cinque Stelle con focus sulle prossime elezioni europee del 26 maggio.

> ESCLUSIVO TPI: Le 23 pagine chiuse da Facebook sono solo la punta di un iceberg

> Ecco la ong che ha fatto chiudere 23 pagine FB pro Lega e M5S. “A Salvini e Di Maio le fake news fanno comodo”

Dopo un’analisi approfondita è stata Avaaz, organizzazione non governativa attiva sul tema dei diritti umani, a segnalare le fan page false a Facebook: “Ringraziamo Avaaz per aver condiviso le ricerche affinché potessimo indagare. Siamo impegnati nel proteggere l’integrità delle elezioni nell’Ue e in tutto il mondo”, ha fatto sapere un portavoce del social network.

“Vogliamo il movimento 5 stelle al governo” la pagina più attiva, profilo non ufficiale ma con quasi 130.000 follower: diffondeva fake news che spesso vedevano protagonista lo scrittore Roberto Saviano reo di aver detto di preferire che fossero salvati rifugiati e clandestini piuttosto che i terremotati italiani.

Un’altra altra notizia falsa riguardava la foto dell’ex primo ministro Matteo Renzi insieme al fondatore di Facebook Mark Zuckerberg: in questo caso la pagina spiegava che, durante un incontro, Renzi aveva preso preso accordi con l’imprenditore americano per censurare internet in Italia.

Pro Carroccio era invece la pagina “Lega Salvini Premier Santa Teresa di Riva” con oltre 16.000 follower e 283.000 interazioni negli ultimi tre mesi. Nella fan page c’era addirittura un video che mostrava dei migranti nell’atto di distruggere una macchina dei carabinieri: un filmato che ha raggiunto quasi 10 milioni di visualizzazioni senza però avere fondamento nella realtà trattandosi della scena di un film.

Tra le altre pagine chiuse, all’inizio dedicate a svariati tema e poi modificate a insaputa degli utenti in messaggi politici: “Vogliamo il movimento 5 stelle al governo”  in origine il profilo “Bombe sexy”, la pagina “Noi siamo 5 Stelle” prima “Calcio passione”, “Lega Salvini Sulmona” nata come “Il peggio del Grande Fratello 2018”, “Beppe Grillo for President” in realtà “Fai crescere la tua pagina in modo esponenziale”.

Credits: Lega Salvini Premier Santa Teresa di Riva

> L’elenco completo delle pagine Facebook fake attive

Bufale e fake news: come e quanto si guadagna

Fake news, scatta l’allarme Europee 2019

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Pronto un nuovo decreto: green pass su treni e aerei, scuola in presenza da settembre
Cronaca / 16 morti e 6.513 casi nell'ultimo giorno: tasso di positività al 2,4%
Cronaca / È di uno studente universitario di 23 anni il cadavere trovato carbonizzato vicino a Pisa
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Pronto un nuovo decreto: green pass su treni e aerei, scuola in presenza da settembre
Cronaca / 16 morti e 6.513 casi nell'ultimo giorno: tasso di positività al 2,4%
Cronaca / È di uno studente universitario di 23 anni il cadavere trovato carbonizzato vicino a Pisa
Cronaca / Tre regioni rischiano il passaggio in zona gialla entro fine agosto
Cronaca / Immunizzato il 59,1% della popolazione
Cronaca / Brusaferro: "Vaccinati? Pochi rischi ma possono contagiare"
Cronaca / Lazio, il consigliere no vax Barillari si punta una pistola al braccio: "Il vaccino è una roulette russa"
Cronaca / 18 morti e 6.619 casi nell'ultimo giorno: tasso di positività al 2,7%
Cronaca / “Vi aspetto in terapia intensiva, con un pizzico di piacere”: infermiere punito per un post contro i no vax
Cronaca / Pisa, operai licenziati dopo aver scioperato per il salario: la denuncia della Cgil