Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 11:56
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

L’estetista cinica: “Nonostante la crisi a marzo ho fatturato 5 milioni di euro, il doppio dell’anno scorso”

Immagine di copertina
Cristina Fogazzi

L’estetista cinica: “A marzo, nonostante il Covid, ho fatturato 5 milioni di euro”

In una lunga intervista al Fatto quotidiano la 45enne bresciana Cristina Fogazzi, proprietaria del brand Estetista cinica, racconta come ha reinventato il lavoro con l’emergenza Covid e come, nonostante la crisi provocata dalla pandemia, sia riuscita a raggiungere in soli 4 mesi un fatturato di 13 milioni di euro (nell’intero 2019 i ricavi erano stati pari a 29 milioni).

“Ho organizzato le consulenze online. In due ore me le hanno prenotate tutte fino a fine maggio. Prenoti la mia estetista, lei in video-chiamata ti guarda il sedere, ti guarda la faccia e ti consiglia i nostri prodotti. Quindi io alle dipendenti del mio centro estetico pago lo stipendio e anche la percentuale sul venduto. Le ho tolte dalla cassa integrazione e loro sono felici”, ha dichiarato Fogazzi al Fatto.

L’estetista spiega poi come aver sempre puntato sulle vendite online abbia fatto la differenza: “L’e-commerce di prodotti per il viso e il corpo mi ha salvata. In questi mesi di quarantena magari la voglia di comprarsi un vestito non veniva, ma, vista l’inattività, quella di mettersi un fango sulle gambe sì. A marzo ho fatto il record di incassi: 5,3 milioni di euro, il doppio dello scorso anno nello stesso mese. E ad aprile 4 milioni”. “Io lavoravo online da un sacco di tempo, è stata la mia forza”, dice.

Fogazzi infine racconta come organizzerà il suo centro estetico per tutelare la salute di dipendenti e clienti: “Ho chiesto la consulenza di un virologo. Termoscanner, guanti e mascherine FP3 per le mie dipendenti, fornirò mascherine per le clienti, ho acquistato un nuovo costoso impianto di aria condizionata e non faremo alcun trattamento viso, ma solo corpo. Troppo rischioso”.

Leggi anche: 1. Cassa integrazione, le multinazionali di Gucci e Louis Vuitton usano i soldi italiani ma non quelli francesi / 2. “In Lombardia non si potevano fare zone rosse, non si poteva fermare la produzione”: parla a TPI il presidente di Confindustria Lombardia

Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Siamo nella quarta ondata di Covid, aumentano i morti”: i dati della Fondazione Gimbe
Cronaca / Vaccini, si avvicina la terza dose. Pfizer ammette: dopo sei mesi il siero è meno efficace
Cronaca / Il 58,12% della popolazione italiana ha completato il ciclo vaccinale
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Siamo nella quarta ondata di Covid, aumentano i morti”: i dati della Fondazione Gimbe
Cronaca / Vaccini, si avvicina la terza dose. Pfizer ammette: dopo sei mesi il siero è meno efficace
Cronaca / Il 58,12% della popolazione italiana ha completato il ciclo vaccinale
Cronaca / Sileri sollecita "provvedimento per terza dose di vaccino ai fragili"
Cronaca / Pescara, 51enne sequestrata e seviziata nello sgabuzzino del palazzo: è caccia all’uomo
Cronaca / Roma, vicino lo sgombero di Casapound: Raggi annuncia “novità”
Cronaca / Migranti, crisi in Tunisia può aumentare gli sbarchi. Procuratore antimafia segnala “rischio terrorismo”
Cronaca / 15 morti e 5.696 casi nell'ultimo giorno: calano le terapie intensive
Cronaca / Tutte le balle che circolano sui vaccini
Cronaca / Morte Libero De Rienzo, arrestato l’uomo sospettato di aver venduto eroina all’attore