Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 04:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Requisiti Esg: la sostenibilità tra gli obiettivi delle aziende italiane. I dati di Dynamo Academy e Sda Bocconi Sustainability Lab

Immagine di copertina
Pixabay

Oggi sono circa 400 gli indici ESG (Environmental, Social, Governance) riconosciuti. Una rotta di obblighi e obiettivi tutt’altro che chiara per le imprese che intendono avviare una strategia di impegno nella sostenibilità efficace e in linea con i parametri SDGs definiti dalle Nazioni Unite. Le azioni  però non mancano. Il 64% delle medie grandi imprese che operano in Italia sta tenendo in considerazione gli obiettivi di sviluppo sostenibile nelle proprie strategie di bilancio. A dirlo sono gli ultimi dati diffusi all’interno della ricerca Corporate Giving in Italy di Dynamo Academy e SDA Bocconi Sustainability Lab. Lo studio – che ogni anno analizza i livelli di investimento filantropico di oltre 100 aziende di medie e grandi dimensioni – fotografa la crescita di interesse rispetto agli obiettivi di sostenibilità in vista dell’entrata in vigore degli obblighi europei di rendicontazione previsti dalla Direttiva Europea Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD).

La Direttiva – in vigore dal 2024, ma con riferimento ai bilanci del 2023 – introdurrà standard comuni e omogenei per la rendicontazione dell’impatto sociale delle aziende secondo i criteri ESG, focalizzandosi sul rafforzamento delle pari opportunità, degli strumenti di formazione, delle competenze e, tema particolarmente caro a Dynamo Academy, dell’inclusione delle persone con disabilità. Scenari di investimento che stanno attirando sempre di più le attenzioni di manager e CEO, mentre anche l’aspetto ‘Social’ – la “S” dei parametri ESG – avanza nella classifica delle voci di bilancio di cui le aziende devono tener maggiormente conto. Crescono del 3% le imprese in cui le funzioni con in carico i temi della sostenibilità rispondono direttamente ai vertici aziendali: il 42% del totale (Anno fiscale: 2020). Mentre resta un processo non ancora avviato in molte realtà (circa il 19%) la misurazione dell’efficacia del proprio impegno. Proprio la rendicontazione rischia di rivelarsi per molti la sfida principale a cui affacciarsi senza una semplificazione dei parametri a cui adeguarsi.

Per le aziende diventa così prioritario definire piani di sviluppo che diano vita a interventi innanzitutto concreti e, poi, rendicontabili. Gli esempi virtuosi, anche dall’estero, non mancano. Le testimonianze portate alla Conferenza Business for the Common Good organizzata a fine giugno da Dynamo Academy e dal network americano CECP a Limestre lo dimostrano. Basti pensare a Ilunion, società spagnola attiva nell’ambito dei servizi e del turismo, con un fatturato che sfiora il miliardo e il cui personale (oltre 37.000 persone) è per il 40% composto da persone con disabilità. O al fornitore globale Imperial e al suo supporto alle cliniche Unjani in Africa che promuovono la creazione di presidi sanitari e comunità sostenibili centrate sull’empowerment femminile. In Italia Autostrade ha avviato Ability Garden, un progetto per favorire la formazione e un’occupazione in linea con le proprie competenze dei giovani con disabilità. Reale Group in appena 4 mesi ha creato un hub vaccinale che ha consentito di vaccinare 14.5000 persone. Casi concreti di quella rivoluzione sostenibile che da tempo aspettavamo e a cui sempre più aziende, anche in Italia, intendono contribuire.

Serena Porcari

CEO Dynamo Academy

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Positivo all’alcol test dopo una cena al ristorante: patente ritirata anche se era a piedi
Cronaca / Regeni, si apre a Roma processo a quattro 007. Genitori: “Erano 8 anni che aspettavamo questo momento”
Cronaca / Allarme smog, in Lombardia tornano gli stop alle auto. Milano terza città peggiore al mondo per inquinamento, Sala si ribella
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Positivo all’alcol test dopo una cena al ristorante: patente ritirata anche se era a piedi
Cronaca / Regeni, si apre a Roma processo a quattro 007. Genitori: “Erano 8 anni che aspettavamo questo momento”
Cronaca / Allarme smog, in Lombardia tornano gli stop alle auto. Milano terza città peggiore al mondo per inquinamento, Sala si ribella
Cronaca / Verona, 14enne salva un uomo col massaggio cardiaco. “Le manovre? Viste in un telefilm”
Cronaca / Pescara, professore colpito con un pugno da uno studente per avergli dato un voto basso in cattiva condotta
Cronaca / Maxi tamponamento per la nebbia sull’A1: decine di mezzi coinvolti e almeno 25 feriti
Cronaca / “I demoni mi stanno mangiando”: la delirante telefonata di Giovanni Barreca al 112
Cronaca / Scuola, concorso 2024: ecco le date delle prove scritte
Cronaca / Ancora, 14enne prende una nota e 2 in matematica e si lancia dalla finestra del liceo: “Sono un fallito”
Cronaca / Ragazza di 33 anni muore al nono mese di gravidanza per un malore