Modena, dipendente si rifiuta di fare il tampone per il Covid: il titolare gli spara

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 1 Set. 2020 alle 15:06 Aggiornato il 1 Set. 2020 alle 15:08
180
Immagine di copertina

Dipendente non vuole fare il tampone, il titolare gli spara

Un dipendente si è rifiutato di sottoporsi al tampone per accertare l’eventuale positività al Covid e così il suo datore di lavoro ha impugnato una pistola e gli ha sparato contro un colpo a salve. Gesto che gli è costato una denuncia. La vicenda, avvenuta a Concordia sulla Secchia (Modena), è stata riportata da La Gazzetta di Modena. L’imprenditore cinese di 38 anni, titolare di un’azienda che lavora per il settore biomedicale, voleva infatti assumere un suo ex operaio, un 23enne di nazionalità afghana. Ma prima di reinserirlo sul posto di lavoro voleva che si sottoponesse al test per il Coronavirus. Al suo rifiuto è scoppiata una discussione molto accesa culminata con il colpo a salve dalla pistola. Il giovane ha chiamato i Carabinieri che hanno denunciato il titolare dell’azienda per minaccia aggravata.

Leggi anche: Così la pandemia ha cambiato il mondo dell’informazione

180
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.