Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 17:44
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Coronavirus, Rezza (Iss): “Contrario alla ripartenza del campionato di calcio”. Ira dei club: “Pensi a trovare un vaccino”

Immagine di copertina

L'infettivologo, membro del Comitato tecnico scientifico, si è detto contrario a una possibile ripartenza della Serie A dalla fine di maggio, scatenando le reazioni delle società

Coronavirus, Rezza (Iss) contrario alla ripartenza del calcio: scontro con i club

“Se dovessi dare un parere tecnico non lo darei favorevole”: così Gianni Rezza, direttore del dipartimento di Malattie infettive dell’Iss e componente del Comitato tecnico scientifico che gestisce con il governo l’emergenza Coronavirus in Italia, si è espresso su una possibile ripartenza del campionato di calcio. Un’affermazione, che ha provocato lo scontro anche con alcuni club. “Credo che anche il Comitato tecnico scientifico sia d’accordo. Poi sarà la politica a decidere” ha aggiunto Rezza sottolinenando che “Il calcio è uno sport che implica un contatto e quindi un certo rischio di trasmissione”. Il medico si è poi concesso una battuta: “Da romanista manderei tutto a monte”.

Coronavirus, il video con cui Confindustria rassicurava i partner a fine febbraio: “Rischio basso, tutto continuerà come sempre”

Le parole di Rezza, però, hanno scatenato la reazione della Lazio, una delle società più agguerrite sul fronte ripartenza, che ha risposto senza mezzi termini attraverso le parole del responsabile della comunicazione della società biancoceleste Arturo Diaconale: “Le parole di Rezza? Alle volte il tifo colpisce anche gli scienziati e dà alla testa… Scienziati che sarebbero molto più utili se invece di occuparsi di queste cose trovassero un modo per fronteggiare efficacemente il virus”. “Gli scienziati facciano gli scienziati e non i tifosi” ha dichiarato Diaconale all’Adnkronos, che poi ha aggiunto: “Sarebbe davvero auspicabile che, invece di alimentare polemiche calcistiche di cui non si sente il bisogno, si dedicasse ogni energia alla ricerca di una cura o di un vaccino che possa arrestare il contagio”.

Aldilà del campanilismo, sono sempre di più le società di calcio che spingono per una ripartenza del campionato. “Sto lavorando per una ripresa che sia veloce nella sicurezza della salute di tutti” ha scritto il patron del Napoli Aurelio De Laurentis sul sito del club partenopeo. Ad eccezione di Urbano Cairo, presidente del Torino che si è detto d’accordo con le parole di Rezza, e pochi altri, la maggior parte degli esponenti dei club spinge per una ripresa del calcio a fine maggio. Troppi, infatti, gli interessi in ballo e soprattutto le eventuali perdite economiche qualora il mondo del calcio decidesse, peraltro come già fatto da numerose federazioni, di dare lo stop definitivo alla stagione senza concludere di fatto i campionati.

Leggi anche: 1. “Chiudere solo Codogno non è stato sufficiente, eravamo tutti concentrati su quello, ma i buoi erano già scappati dal recinto”: parla Rezza (ISS) / 2. Le ultime notizie sull’epidemia di Coronavirus in Italia

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, 2.697 casi e 70 morti nell'ultimo giorno, positività allo 0,4%. Nuovo record di tamponi: oltre 600mila
Cronaca / Stangata su benzina e gasolio, i prezzi per un pieno volano e sono destinati ad aumentare ancora
Cronaca / Blitz contro le organizzazioni neonaziste in tutta Italia: 26 indagati
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, 2.697 casi e 70 morti nell'ultimo giorno, positività allo 0,4%. Nuovo record di tamponi: oltre 600mila
Cronaca / Stangata su benzina e gasolio, i prezzi per un pieno volano e sono destinati ad aumentare ancora
Cronaca / Blitz contro le organizzazioni neonaziste in tutta Italia: 26 indagati
Cronaca / Covid, oggi 1.597 casi e 44 morti: tasso di positività allo 0,7%
Cronaca / Inchiesta mascherine, l'ex commissario all'emergenza Covid Arcuri indagato per abuso d’ufficio e peculato
Cronaca / Come può cambiare il virus nei prossimi mesi: ecco tutte le variabili
Cronaca / Sgomberati dalla Regione Lazio, i no green pass Barillari e Cunial chiedono asilo politico alla Svezia
Cronaca / Trieste: la polizia sgombera il varco 4 del porto, occupato dai manifestanti no green pass
Cronaca / Antonio, Giampiero e Nicolas: chi sono i tre ballerini morti in un incidente in Arabia Saudita
Cronaca / Alla chiusura dei seggi ieri aveva votato solo il 33,32% degli aventi diritto