Coronavirus:
positivi 56.594
deceduti 32.785
guariti 140.479

“Mattia ha avuto un recupero eccezionale, ce la farà da solo”: parla il responsabile del reparto che ha preso in cura il 18enne di Cremona

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 5 Apr. 2020 alle 13:26 Aggiornato il 5 Apr. 2020 alle 13:44
517
Immagine di copertina

Coronavirus, come sta Mattia, il 18enne di Cremona ricoverato a fine marzo

Mattia, il 18enne di Cremona ricoverato il 26 marzo scorso e uscito dalla terapia intensiva dopo circa 10 giorni, sta meglio. A parlare delle sue condizioni di salute il responsabile della terapia intensiva dell’ospedale di Cremona, Antonio Coluccello. “Mattia ha avuto un recupero eccezionale ed è stato trasferito nel reparto di pneumologia”, ha dichiarato il medico all’Ansa, spiegando che il giovane ha superato molto bene la degenza, nonostante fosse il più giovane ricoverato a causa del Coronavirus.

“Ce la farà senza avere ancora bisogno di noi”, ha aggiunto Coluccello. Sul motivo per cui Mattia, pur avendo solo 18 anni, ha sofferto così tanto per un virus che nella maggior parte dei casi attacca più ferocemente anziani e adulti, il medico di Cremona ha spiegato che il suo caso sarà oggetto di studio nei prossimi mesi. La storia di Mattia ha commosso l’Italia per il commovente messaggio inviato dal 18enne alla madre Ombretta la sera del ricovero. ‘Tra poco mi intubano. Stai tranquilla, non ti lascerò sola. Ti amo, mamma, lotterò per te e per Anastasia. Devo andare”, aveva scritto il giovane.

Dopo essere stato estubato, il 18enne ha potuto parlare con la madre via telefono, commuovendosi. In quell’occasione, il dirigente dell’ufficio scolastico di Cremona, il professor Fabio Molinari aveva dichiarato che Mattia aveva “lottato con la morte per riuscire a riprendersi”.

Leggi anche:

1. Il messaggio di Mattia, 18enne ricoverato: “Mamma stai tranquilla, non ti lascerò sola” 2. ESCLUSIVO TPI: Una nota riservata dell’Iss rivela che il 2 marzo era stata chiesta la chiusura di Alzano Lombardo e Nembro. Cronaca di un’epidemia annunciata 3. Coronavirus, i numeri in Italia non tornano. Contagi troppo bassi e decessi troppo alti

TUTTE ULTIME LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

517
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.