Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:42
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Scontro Conte-Grillo, in caso di scissione sfida sui 13 milioni di euro di rimborsi elettorali

Immagine di copertina

Scontro Conte-Grillo, in caso di scissione sfida sui 13 milioni di euro di rimborsi elettorali

La rottura tra il fondatore del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo e l’ex leader designato Giuseppe Conte potrebbe presto aprire una disputa sulle poche fonti di finanziamento a disposizione del Movimento. Tra queste spiccano i 12,6 milioni di euro che il Movimento riceve come rimborsi elettorali, che dovranno essere divisi se l’ex presidente del Consiglio riuscirà a formare gruppi parlamentari con deputati e senatori fuoriusciti dal Movimento.

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, il M5S percepisce circa 53 mila euro l’ anno per ognuno dei 161 deputati rimasti nel gruppo alla Camera, rispetto ai 222 eletti nel 2018. Al Senato invece il Movimento riceve circa 55 mila euro per ciascuno degli attuali 75 senatori, rispetto ai 112 prima delle espulsioni e delle defezioni, per un totale, rispettivamente, di 8,5 e 4,1 milioni l’ anno.

Se l’ex presidente del Consiglio sarà in grado di riunire un numero sufficiente di parlamentari e, al Senato, anche di allearsi con un partito presentatosi alle elezioni del 2018 con un proprio simbolo, potrà sottrarre al Movimento 5 Stelle parte dei rimborsi, essenziali per l’attività politica del partito. Il M5S infatti non percepisce finanziamenti privati e deve contare sui contributi degli eletti, molti dei quali si sono rifiutati di versarli. La scissione aprirebbe anche la questione dei 130 dipendenti, 80 alla Camera e 55 al Senato, che lavorano per il Movimento. Di questi, molti rischierebbero il licenziamento se dovessero venire meno i fondi per pagare gli stipendi.

 

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Cassazione: “Rapina aggravata se con mascherina”. Ma il ladro protesta: “Era obbligatoria”
Cronaca / Ex ballerino di Amici picchiato a Roma perché gay: “Mi hanno urlato fro**o, poi i pugni in faccia”
Cronaca / Bill Gates lancia l’allarme: “Le prossime pandemie saranno ben peggiori del Covid-19”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Cassazione: “Rapina aggravata se con mascherina”. Ma il ladro protesta: “Era obbligatoria”
Cronaca / Ex ballerino di Amici picchiato a Roma perché gay: “Mi hanno urlato fro**o, poi i pugni in faccia”
Cronaca / Bill Gates lancia l’allarme: “Le prossime pandemie saranno ben peggiori del Covid-19”
Cronaca / Definì Fedez e Ferragni “ignoranti e delinquenti”: il presidente del Codacons a processo per diffamazione
Cronaca / Covid, oggi 192.320 casi e 380 morti: tasso di positività al 16,3%
Cronaca / Donne e lavoro, la pandemia ha peggiorato la situazione: occupazione al 49%
Cronaca / Scuola, Bianchi: “93,4% delle classi sono in presenza”
Cronaca / Pregliasco a TPI: “Priorità ai vaccinati? È una scelta normale, altrimenti restano a casa i casi gravi”
Cronaca / Venezia, Malkovich in laguna per girare una serie tv: respinto dall’Hotel per il green pass scaduto
Cronaca / Raoul Bova a processo con l’accusa di lesioni e minacce: fece a botte con un automobilista