Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:57
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Come leggere i dati Covid: ecco in quali Regioni diminuiscono i ricoveri

Immagine di copertina

Il Piemonte guida la lista delle Regioni con il maggior numero di ricoveri ogni 100mila abitanti, mentre le Marche quella per l’incidenza dei ricoveri in terapia intensiva. Migliorano invece i dati su ricoveri e terapie intensive in Abruzzo, Emilia Romagna, Molise, Umbria e provincia di Bolzano.

Ad evidenziarlo sono i grafici elaborati da TPI che mettono a confronto la situazione Regione per Regione. I grafici non partono dai dati assoluti – i numeri dei bollettini che vengono divulgati quotidianamente – ma da quelli relativi, calcolati sui 100mila abitanti, quindi emblematici, perché non influenzati dal numero degli abitanti delle diverse Regioni.

I dati Regione per Regione: ricoveri, terapie intensive e morti su 100mila abitanti

RICOVERI – Il Piemonte guida la lista delle Regioni con il maggior numero di ricoveri ogni 100mila abitanti, seguito da Emilia Romagna e Lombardia. L’incidenza dei ricoveri è in aumento rispetto ai 7 giorni precedenti in Basilicata, Calabria, Friuli, Lazio, Liguria, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Valle d’Aosta, Veneto. Stabili Campania, Marche, e la provincia autonoma di Trento. Scende invece il dato in Abruzzo, Emilia Romagna, Lombardia, Molise, Bolzano, Umbria.

I dati dei ricoveri su 100mila abitanti (31.03.2021)

TERAPIE INTENSIVE – Le Marche sono in cima alla lista delle Regioni per numero di ricoveri in terapia intensiva ogni 100mila abitanti, seguite da provincia autonoma di Trento ed Emilia Romagna.

L’incidenza delle terapie intensive aumenta in Calabria, Campania, Friuli, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria, Veneto e provincia autonoma di Trento. Stabile la Basilicata. Diminuisce invece l’incidenza in Abruzzo, Emilia Romagna, Marche, Molise, Umbria, e provincia autonoma di Bolzano.

I dati dei ricoveri in terapia intensiva su 100mila abitanti (31.03.2021)

MORTI – A registrare il record di incidenza di decessi nell’ultima settimana è il Friuli. I dati sono in aumento in Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Puglia, Sicilia, Val d’Aosta, Veneto e provincia autonoma di Bolzano. Si registra invece un calo nelle seguenti Regioni: Abruzzo, Basilicata, Friuli, Molise, Piemonte, Sardegna, Toscana, Umbria, e provincia autonoma di Trento.

I dati dei decessi in 7 giorni su 100mila abitanti (Dal 24.03.2021 al 31.03.2021)

I dati assoluti su ricoveri, terapie intensive e decessi Regione per Regione

I dati di una settimana fa Regione per Regione

I dati dei ricoveri su 100mila abitanti (24.03.2021)

I dati dei ricoveri in terapia intensiva su 100mila abitanti (24.03.2021)

I dati dei decessi in 7 giorni su 100mila abitanti (Dal 17.03.2021 al 24.03.2021)

Una rubrica per capire i numeri del Covid

La rubrica di TPI “Come leggere i numeri Covid” nasce dall’idea di selezionare alcuni dati salienti per comprendere meglio l’impatto della pandemia di Covid-19 in Italia. Abbiamo scelto di fornire solo pochi dati, una volta a settimana, in aggiunta rispetto al bollettino del ministero della Salute di cui diamo conto quotidianamente.

Si tratta dell’andamento di ricoveri, terapie intensive e decessi Regione per Regione su 100mila abitanti. In quanto proporzionati al numero di abitanti, questi numeri possono raccontare in modo più oggettivo la situazione delle singole regioni, dove il numero assoluto di casi o di positivi è naturalmente figlio del numero complessivo di abitanti.

Abbiamo deciso di lasciare da parte il numero dei nuovi casi perché questo dato è influenzato dal numero di tamponi eseguito in ogni regione. Un numero che, a sua volta, dipende dalle risorse e dalle singole capacità delle strutture regionali. I dati sono ricavati dalla rubrica “Numeri in pillole” di Paolo Spada su Pillole di Ottimismo, basata sui numeri forniti dal ministero. I grafici sono realizzati da TPI.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

Ti potrebbe interessare
Cronaca / 3.377 nuovi casi e 67 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1%
Cronaca / Papa Francesco: “Alcuni mi volevano morto, preparavano il conclave”
Cronaca / “Il Green pass rende liberi”, preside di Ferrara rievoca Auschwitz: sospeso dal servizio
Ti potrebbe interessare
Cronaca / 3.377 nuovi casi e 67 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1%
Cronaca / Papa Francesco: “Alcuni mi volevano morto, preparavano il conclave”
Cronaca / “Il Green pass rende liberi”, preside di Ferrara rievoca Auschwitz: sospeso dal servizio
Cronaca / Feltri difende Barbara Palombelli: “Sui femminicidi ha ragione”
Cronaca / Bambino di 4 anni caduto dal balcone a Napoli, il domestico: “L’ho lasciato cadere”
Cronaca / 2.407 nuovi casi e 44 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività al 2%
Cronaca / Frosinone, detenuto spara ad altri tre reclusi: “La pistola arrivata in carcere con un drone”
Cronaca / Vaccini, iniziata la somministrazione della terza dose per soggetti fragili e a rischio
Cronaca / L’Earth Technology Expo a Firenze dal 13 al 16 ottobre
Cronaca / Gkn, accolto il ricorso Fiom: il giudice blocca i licenziamenti per 422 dipendenti