Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Castel Gandolfo, bimbo scappa di casa a due anni. Ai carabinieri dice “Sono Batman”

Immagine di copertina

Una coppia di genitori in vacanza a Castel Gandolfo, in provincia di Roma, ha vissuto momenti di panico dopo che il figlio, un bambino di soli due anni e mezzo, è scomparso per alcune ore senza lasciare tracce. Una storia per fortuna a lieto fine. Il piccolo è uscito dal residence dove era in vacanza con i suoi genitori, ha percorso di notte un tratto di strada anche insidioso e poi è finito in un giardino a giocare con un cane. Il bambino si era allontanato per circa due chilometri, in pigiama e senza scarpe, prima di essere ritrovato dai carabinieri che lo hanno riportato da mamma e papà. I genitori lo avevano messo regolarmente a letto, poi nella notte il bambino si è alzato ed è uscito da casa.

Un’avventura da super eroe ad appena due anni, tanto che quando i carabinieri lo hanno ritrovato ha esclamato: “Sono Batman”. A dare l’allarme il proprietario della villetta svegliato dai rumori in giardino e dall’allarme. L’uomo si è così accorto che c’era un bambino accanto al suo cane. “Sono venuto per giocare con il cagnolino”, si è giustificato il piccolo. Dopo un momento di comprensibile imbarazzo, l’uomo ha chiamato il 112. Quando si sono presentati i carabinieri di Castel Gandolfo, il piccolo, prima di salire sull’auto di servizio, ha detto: “Sono Batman”.

Quando i militari gli hanno chiesto spiegazioni e informazioni su dove abitasse, il bambino ha affermato: “Vi rispondo se mi date della cioccolata”. Solo dopo aver ricevuto il cioccolatino, il bambino ha spiegato come raggiungere il residence, a ridosso di un campo di golf e del lago, nel quale si trovava con i suoi genitori. Padre e madre del piccolo non credevano ai loro occhi mentre il figlio raccontava la strada percorsa, ignaro dei pericoli cui poteva andare incontro. Ma per fortuna è andato tutto per il verso giusto.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Il Papa riconosce un miracolo attribuito a Carlo Acutis: il “patrono di Internet” sarà santo
Cronaca / “Offende l’Islam”: due studenti musulmani esentati dallo studio di Dante a Treviso. Il ministro Valditara: “Inammissibile”
Cronaca / Processo Salis, caos in aula: il giudice rivela l’indirizzo dove l’italiana sta scontando i domiciliari
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Il Papa riconosce un miracolo attribuito a Carlo Acutis: il “patrono di Internet” sarà santo
Cronaca / “Offende l’Islam”: due studenti musulmani esentati dallo studio di Dante a Treviso. Il ministro Valditara: “Inammissibile”
Cronaca / Processo Salis, caos in aula: il giudice rivela l’indirizzo dove l’italiana sta scontando i domiciliari
Cronaca / Morto Franco Anelli, rettore dell'Università Cattolica di Milano
Cronaca / Testamento “colombiano” di Silvio Berlusconi: Di Nunzio arrestato per falso
Cronaca / È uscito il nuovo numero di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Non c’è Pace Senza Giustizia celebra i primi 30 anni festeggiando le conquiste e fissando gli obiettivi del futuro
Cronaca / L’ennesimo mistero su Emanuela Orlandi: “La sua agenda presa dai servizi segreti e consegnata alla polizia un mese dopo”
Cronaca / Il giallo dell'influencer ricoverata in fin di vita con un buco al petto
Cronaca / Lutto nel mondo del cinema: è morto Gaetano Di Vaio