Covid ultime 24h
casi +8.864
deceduti +316
tamponi +146.728
terapie intensive -67

“Mio padre mi legava all’auto col guinzaglio e mi picchiava”: l’incubo di un 16enne a Caserta

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 29 Mar. 2021 alle 16:24
57
Immagine di copertina

È una storia di violenza quella che arriva da Casertano dove un adolescente di soli 16 anni ha denunciato e fatto arrestare il padre, che era arrivato a legarlo con il guinzaglio al cofano dell’auto. Una vicenda di maltrattamenti quella accertata in pochi giorni dalla polizia di Caserta, che ha fatto scattare le manette nei confronti di un 54enne albanese.

Il ragazzo di 16 anni ha riferito che pochi giorni prima il padre lo aveva sorpreso in compagnia di un amico non gradito, tanto da trascinarlo in campagna e legarlo con un guinzaglio al cofano dell’auto per poi colpirlo alla testa, provocandogli un trauma cranico. Ha riferito inoltre di essere stato colpito in precedenza con un tubo usato per irrigare. Picchiata spesso anche la mamma.

Il 6 marzo scorso, il ragazzo era scappato da casa e si era presentato alla Questura di Caserta per denunciare il padre violento, raccontando di un incubo quotidiano fatto di botte e umiliazioni, che vedevano come vittime lui e la mamma (moglie dell’albanese). Anche la madre del giovane è stata convocata in Questura, dalla sezione della Squadra Mobile che si occupa di reati contro donne e minori, e ha confermato le accuse mosse dal figlio, raccontando di un marito violento che in qualche circostanza ha usato, per colpirla, anche la cintura, altre volte l’ha scaraventata a terra e presa a calci; una situazione insostenibile, che ha portato il figlio a denunciare il papà.

Leggi anche: Lascia sola la figlia di 20 mesi per festeggiare i suoi 18 anni: la bimba muore di fame

57
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.