Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:01
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Coronavirus, Burioni: “Può tornare con conseguenze fatali, se non si agisce in tempo”

Immagine di copertina

Burioni: “Coronavirus può tornare”

In un video pubblicato sul sito Medical Facts, Roberto Burioni ha fatto il punto della situazione sul Coronavirus in Italia. “Se le persone guarite hanno una buona immunità, lo sviluppo del vaccino sarà molto più facile. Al contrario se non avranno sviluppato una buona immunità, sarà senz’altro molto più difficile”, ha dichiarato Burioni, confermando poi quanto osservato in precedenza anche da altri esperti, e cioè che per quasi tutti i virus la trasmissione rallenta durante i mesi estivi. Eppure non è detto che il Covid-19 faccia lo stesso. “È ragionevole pensare che con l’arrivo del freddo il virus riparta con nuova energia”, ha aggiunto.

Quando si verificherà un ritorno, è importante agire subito, identificando i focolai epidemiologici e isolando i pazienti. “Il lockdown può essere fatto su zone ristrette, ma va fatto immediatamente. Il ritardo può essere fatale”, ha dichiarato il virologo marchigiano. Ritardo che si è rivelato già fatale durante questa prima ondata di epidemia per quanto riguarda quei cluster in cui non sono state adottate per tempo misure restrittive, come per esempio i comuni della bergamasca che, a differenza di Codogno, sono rimasti “aperti” per giorni anche dopo l’esplosione dei primi focolai.

Nel video, Burioni ha anche espresso il suo punto di vista sulla possibile vulnerabilità dei bambini e sulle scuole chiuse: “Quello che sappiamo con certezza è che i bambini si ammalano in maniera lieve. Non sappiamo quanto infettino, ma in tutte le malattie infettive le scuole sono i luoghi in cui i contatti sono più frequenti. Possono essere un amplificatore di virus che non crea danni ai bambini, ma ai genitori e ai nonni. Per questo al momento non è consigliabile mettere in contatto bambini e anziani”, ha concluso il virologo.

Leggi anche:

1. Esclusivo TPI: Così i big dell’alta moda scaricano i loro problemi di liquidità finanziaria sui fornitori 2. Coronavirus, in arrivo il test per valutare gli effetti della quarantena sulla psiche 3. Il virologo Tarro a TPI: “Il lockdown non ha senso, il caldo e il plasma dei guariti possono fermare il Covid”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO
CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Non raccoglie gli escrementi del suo cane: il sindaco pubblica le immagini sui social e annuncia multa
Cronaca / Aggressione omofoba a Reggio Calabria: arrestati tre giovani
Cronaca / Trovata la madre del neonato morto abbandonato tra gli scogli a Reggio Calabria: ha 13 anni
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Non raccoglie gli escrementi del suo cane: il sindaco pubblica le immagini sui social e annuncia multa
Cronaca / Aggressione omofoba a Reggio Calabria: arrestati tre giovani
Cronaca / Trovata la madre del neonato morto abbandonato tra gli scogli a Reggio Calabria: ha 13 anni
Cronaca / Terrorismo: arrestato a Torino un esponente dell’Isis
Cronaca / Impagnatiello: “Andai a pranzo da mia mamma con il cadavere di Giulia nell’auto”
Cronaca / Vibo Valentia, picchiano un senza tetto e filmano la violenza: denunciati 6 minori
Cronaca / Rissa Fedez-Iovino: il video del pestaggio ripreso dalle telecamere di sorveglianza
Cronaca / Alessandro Impagnatiello in aula a Milano: “Così ho ucciso Giulia Tramontano”
Cronaca / Scarcerato il marito dell’influencer Siu. Ma resta indagato per tentato omicidio della moglie
Cronaca / Reggio Calabria, neonata trovata morta fra gli scogli