Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:07
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Silvio Berlusconi pignora i propri conti per non dare più soldi alla ex moglie Veronica Lario

Immagine di copertina
Foto: Silvio Berlusconi e Veronica Lario

Ci sarebbero circa 14 milioni di euro da riscuotere

Berlusconi pignora i conti per non dare soldi a Veronica Lario

Silvio Berlusconi pignora se stesso, ovvero i suoi 19 conti correnti, gli stessi pignorati e quindi congelati poco più di due anni fa dalla ex moglie Veronica Lario. E lo fa per evitare che la ex moglie possa riscuotere, al netto dei conteggi, circa 14 milioni di euro, pretesi come conguaglio dell’appannaggio mensile disposto dai giudici nella causa di separazione, nonostante la sentenza, da poco confermata dalla Cassazione, con cui la Corte d’Appello di Milano le ha revocato l’assegno di divorzio invitandola a ridare indietro all’ex marito 46.345.600 euro.

Berlusconi e la ex moglie Lario sono stati protagonisti negli ultimi anni di una lunga battaglia a colpi di ricorsi e controricorsi. Ora nella sfida legale si affaccia anche la nuova figura procedurale dell'”autopignoramento” di fatto messo in atto dal Cavaliere, tramite i suoi legali, lo scorso 4 settembre, dopo la concessione della “provvisoria esecuzione” del Tribunale di Monza. Si tratta di un atto al quale l’avvocato della ex first lady si è immediatamente opposto.

La vicenda

Ad aprile 2017 Lario ottenne il pignoramento di circa 23 milioni di euro, una cifra che comprendeva una quota, quella più consistente, del pagamento residuo da parte di Berlusconi di una serie di mensilità dell’assegno di separazione e un’altra quota, relativa ad alcune mensilità, dell’assegno divorzile adesso cancellato.

L’ex moglie aveva chiesto e ottenuto di immobilizzare 19 conti correnti che il leader di Forza Italia aveva aperto nelle filiali di diverse banche, da Mps a Unicredit, dalla Popolare di Milano a Paribas, lasciandone solo uno operativo, il 20esimo, in modo da poter ottenere il versamento dell’appannaggio. Un problema questo per Berlusconi, tant’è che, per esempio, per avere liquidità durante la campagna elettorale per le politiche del 2018, da quanto si è saputo, aveva chiesto di poter sostituire i pignoramenti con una fideiussione bancaria. Proposta che la ex moglie ha respinto.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, la nuova variante Omicron è arrivata in Europa. Olanda in lockdown da domani
Cronaca / Covid, oggi 13.686 casi e 51 morti: tasso di positività al 2,4%
Cronaca / Ciro Grillo e i suoi tre amici andranno a processo per stupro di gruppo: rischiano fino a 12 anni
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, la nuova variante Omicron è arrivata in Europa. Olanda in lockdown da domani
Cronaca / Covid, oggi 13.686 casi e 51 morti: tasso di positività al 2,4%
Cronaca / Ciro Grillo e i suoi tre amici andranno a processo per stupro di gruppo: rischiano fino a 12 anni
Cronaca / Covid, Friuli-Venezia Giulia passa in zona gialla da lunedì: Trieste ha l’incidenza più alta d’Italia
Cronaca / Tutto quello che sappiamo sulla nuova variante individuata in Sudafrica | VIDEO
Cronaca / Covid, dal 6 dicembre arriva il green pass rafforzato: ecco cosa cambia
Cronaca / Walter Schiavone, si pente anche il secondo figlio del boss “Sandokan”
Cronaca / Bus turistici: incentivi per andare verso mezzi green
Cronaca / Russia, incidente in una miniera di carbone in Siberia: 52 morti
Cronaca / Il metallaro Pillon a duello con i Maneskin: “Io suonavo roba più dura”