Bambino autistico rifiutato dalla famiglia in Trentino: affidato al Tribunale dei minori

A raccontare la vicenda è la Fondazione trentina per l'autismo

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 25 Lug. 2019 alle 17:06 Aggiornato il 25 Lug. 2019 alle 17:12
0
Immagine di copertina

Bambino autistico rifiutato dalla famiglia: affidato a Tribunale minori

Rifiutato dalla famiglia perché autistico: è quanto accaduto a un bambino 11 anni, che è stato affidato al Tribunale dei minori.

A raccontare la vicenda è la Fondazione trentina per l’autismo sul proprio sito internet.

“Dobbiamo trovare una sistemazione per un bambino di 11 anni con diagnosi di autismo – si legge sul sito dell’associazione – La famiglia non lo vuole più. È affidato al Tribunale dei minori”: questa la telefonata arrivata a Casa Sebastiano, struttura considerata all’avanguardia per quanto riguarda i casi di bambini autistici.

“Uno schiaffo”: così lo definiscono gli operatori, che si sono occupati del caso.

Secondo la Fondazione, i genitori del bambino “o sono disgraziati o sono disperati. In ogni caso abbiamo fallito. Le Istituzioni hanno fallito, la società ha fallito”.

“È mancato il supporto delle Istituzioni, i servizi, l’aiuto necessari a che un bambino e i suoi genitori possano affrontare insieme la drammaticità di una disabilità dura, a volte durissima. È venuto meno il patto di aiuto ai deboli, il mandato etico, ancor prima che costituzionale di sostegno ai componenti più fragili delle nostre comunità” si legge ancora nella nota.

“Se una famiglia si arrende, le Istituzioni hanno fallito”: si conclude così lo sfogo della Fondazione che ora dovrà cercare una sistemazione al piccolo.

“Sono cresciuta senza sapere di essere autistica”: la testimonianza di una donna con la sindrome di Asperger

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.