Covid ultime 24h
casi +20.648
deceduti +541
tamponi +176.934
terapie intensive -9

Milano, scontri tra tifosi prima di Atalanta-Dinamo Zagabria: tre feriti. E i croati sfilano per la città facendo il saluto romano

Alta tensione nella zona di San Siro prima della partita di Champions League

Di Enrico Mingori
Pubblicato il 26 Nov. 2019 alle 21:39 Aggiornato il 26 Nov. 2019 alle 21:39
188

Atalanta-Dinamo Zagabria, a Milano scontri tra tifosi e saluti romani

Alta tensione fuori dallo stadio di San Siro, a Milano, prima della partita di Champions League fra Atalanta e Dinamo Zagabria. Nella serata di oggi, martedì 26 novembre, le due tifoserie sono venute a contatto appena fuori dall’impianto e ci sono stati violenti disordini: il bilancio è di almeno tre supporter bergamaschi feriti. Poco prima i circa 3mila ultras croati della Dinamo Zagabria hanno sfilato per le strade di una Milano blindata intonando cori ed esibendo saluti romani.

Secondo quanto ricostruito finora dalla polizia, un centinaio di tifosi croati si sono staccati dal corteo principale mentre raggiungevano lo stadio e in via Don Gnocchi, a circa 500 metri dallo stadio, hanno incontrato un gruppo di tifosi dell’Atalanta. Negli scontri che sono seguiti tre tifosi italiani sono stati colpiti e hanno riportato contusioni. Un 14enne e il padre 50enne sono stati medicati sul posto, un 21enne è stato accompagnato all’ospedale San Carlo ma le sue condizioni non sarebbero gravi.

Nel pomeriggio i tifosi della Dinamo avevano già mandato in tilt la viabilità di Milano: un lungo corteo, partito dall’Arco della Pace con striscioni e fumogeni, ha raggiunto lo stadio, con molte strade chiude al traffico e notevoli disagi per la circolazione.

Leggi anche:

Roma, i tifosi del Celtic lanciano una raccolta fondi a sostegno dei migranti del Baobab

Roma, ultras della Lazio accoltellano due tifosi scozzesi del Celtic in centro

Olimpico, Lazio nuovamente battuta dal Celtic: i tifosi scozzesi esultano a testa in giù

188
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.