Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 13:50
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Antonio Banderas contro Salvini: “La situazione della Open Arms? È un orrore”

Immagine di copertina
Antonio Banderas; Matteo Salvini

Dopo Richard Gere è la volta di Antonio Banderas: l’attore spagnolo è sceso in campo in supporto della ong Open Arms. “È un orrore”, ha detto l’attore e regista di Malaga rispetto alla situazione della nave di Open Arms con 120 persone a bordo, ferma da dieci giorni al largo di Lampedusa.

Le parole del regista e attore sono state diffuse dai media spagnoli. Antonio Banderas ha parlato della Open Arms in occasione di una conferenza stampa, durante la quale ha preso posizione rispetto alla vicenda della ong spagnola e in generale della politica dei porti chiusi.

Quella della Open Arms, secondo Antonio Banderas, è una vicenda che “ha molto a che fare con quello che sta succedendo nel mondo”. L’attore e regista spagnolo ha fatto poi riferimento alla situazione al confine tra Stati Uniti e Messico. Se in Italia c’è Salvini, lì “c’è un signore che vuole erigere un muro”.

Secondo l’attore e regista di Malaga, “esistono delle soluzioni possibili rispetto al tema nord-sud”. Il problema è che non sono di facile né immediata attuazione: “Richiedono una enormità di fondi e di anni, probabilmente decenni, perché la comunità internazionale pianifichi un piano Marshall per l’Africa, per esempio”.

Sempre più star dicono la loro e si esprimono rispetto alla situazione drammatica di cui sono protagoniste 160 persone al largo del Mediterraneo. Qualche giorno fa, lo scorso 9 agosto, era stato Richard Gere ad alzare la voce. L’attore hollywoodiano a sorpresa è salito sulla nave della ong spagnola e ha trascorso una giornata insieme ai migranti e all’equipaggio della Open Arms.

“Sono appena arrivato da Lampedusa e abbiamo portato la massima quantità di cibo e acqua possibili. Insieme all’equipaggio siamo circa 150, ci sono migranti da tutta l’Africa, la crew viene da tutto il mondo. C’erano due barche nel bel mezzo dell’Oceano, una è stata presa dalla guardia costiera libica, non sappiamo cosa sia successo”, ha detto l’attore.

Richard Gere a TPI: “Io su Open Arms ho visto il dolore delle persone a bordo, con me si sono aperte”

“Richard Gere a bordo di Open Arms in cerca di visibilità”. Che pena le critiche dei detrattori sovranisti

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Dai porti italiani partono armi destinate a Israele, ma a Livorno i portuali bloccano il carico
Cronaca / Via libera del ministero ai test salivari molecolari
Cronaca / Aggiornamento vaccini anti-Covid: quante dosi sono state consegnate e somministrate in Italia | 15 maggio 2021
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Dai porti italiani partono armi destinate a Israele, ma a Livorno i portuali bloccano il carico
Cronaca / Via libera del ministero ai test salivari molecolari
Cronaca / Aggiornamento vaccini anti-Covid: quante dosi sono state consegnate e somministrate in Italia | 15 maggio 2021
Cronaca / Oggi 7.567 casi e 182 morti: il bollettino
Cronaca / Rula Jebreal rifiuta l’invito a Propaganda Live: “Sette ospiti e una sola donna. Come mai?”
Cronaca / Roberto Angelini multato per lavoro nero: "Sono stato tradito da un'amica"
Cronaca / Gaza, Fedez: “Non mi schiero. Ma qual è la posizione del governo italiano davanti all’uccisione di bambini?”
Cronaca / “Ce lo chiede l’Europa di mangiare da schifo”: bufera sul servizio anti-Ue di Rai2
Costume / La Treccani elimina “cagna” e “zoccola” dai sinonimi di donna: il vero dramma è che finora li erano
Cronaca / Roma, branco di cinghiali aggredisce una signora e le ruba la spesa | VIDEO