Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:33
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Adinolfi contestato: “Preservativi lanciati contro di me, sono fascisti” | VIDEO

Immagine di copertina

Mario Adinolfi, presidente del Popolo della Famiglia, si è recato a Pomigliano d’Arco in provincia di Napoli, per presentare il suo ultimo libro. Ad accoglierlo, però, anche un folto gruppo di manifestanti che lo ha contestato al grido di “Pomigliano non odia”.

“Chiaro a tutti, e lo dimostrano anche i video, che all’inaugurazione del tour di presentazione del mio libro, ho subito una contestazione. Un “picchettaggio fascista” organizzato da Cgil, Pd, Arcigay e Potere al Popolo. Tutto per non farmi presentare Il grido dei penultimi”. Così racconta all’Adnkronos Mario Adinolfi quanto accaduto a Pomigliano d’Arco. Quanto riportato dal presidente Adinolfi, però, non è documentato nelle immagini sottostanti del Corriere della Sera.

È documentata, invece, la tensione che si viene a creare tra Adinolfi e contestatori, tanto da richiedere l’intervento dei carabinieri. Anche su Facebook Adinolfi ha definito la contestazione un “picchettaggio fascista” e ha aggiunto: “hanno tentato di impedire l’accesso alla sala e mi è stato proposto di entrare dal retro”. I contestatori rispondono che non c’è stato nessun gesto violento nei confronti di Adinolfi e che nessuno gli ha negato l’accesso alla sala in cui è avvenuta la presentazione.

“Il Corsera pubblica il video dell’aggressione con lancio di oggetti e insulti, 50 contro 1, con carabinieri e polizia che mi scortano per l’accesso alla sala dove presentavo Il Grido dei Penultimi. Fosse accaduto a Luxuria o Saviano? Sai gli editoriali…”, scrive Adinolfi in un altro post su Twitter . La polemica è destinata a proseguire.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / L’ennesimo mistero su Emanuela Orlandi: “La sua agenda presa dai servizi segreti e consegnata alla polizia un mese dopo”
Cronaca / Il giallo dell'influencer ricoverata in fin di vita con un buco al petto
Cronaca / Lutto nel mondo del cinema: è morto Gaetano Di Vaio
Ti potrebbe interessare
Cronaca / L’ennesimo mistero su Emanuela Orlandi: “La sua agenda presa dai servizi segreti e consegnata alla polizia un mese dopo”
Cronaca / Il giallo dell'influencer ricoverata in fin di vita con un buco al petto
Cronaca / Lutto nel mondo del cinema: è morto Gaetano Di Vaio
Cronaca / Blitz contro la mafia turca, 19 arresti in Italia e Svizzera: il presunto boss Baris Boyun fermato a Viterbo
Cronaca / Il caldo può attendere, prevista ancora una settimana di pioggia sull'Italia
Cronaca / Firenze, occupata piazza davanti al rettorato. UniFi approva mozione per cessate il fuoco a Gaza
Cronaca / Covid, cosa c’è da sapere sulla variante KP.2, più contagiosa e più resistente ai vaccini
Cronaca / Neonato morto sulla nave da crociera, altri due arresti: veniva lasciato da solo in un armadietto
Cronaca / Lite Fedez-Iovino, accordo tra i due: il personal trainer non querelerà il rapper
Cronaca / Between Land and Sea: a Palermo la quinta edizione del Festival