Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:52
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Costume

Le vecchie Lire possono valere fino a 15.000 euro: l’elenco delle più rare

Immagine di copertina

Le vecchie Lire possono valere fino a 15.000 euro: l’elenco delle più rare

Quanto possono valere oggi le vecchie Lire? Alcune più di altre, potrebbero anche arrivare a 15mila euro. Chi ha ancora nel cassetto qualche vecchia Lira potrebbe ignorarne il valore, alcuni collezionisti potrebbero arrivare a pagarle profumatamente pur di averle. Le Lire del valore maggiore sono state coniate negli anni ’50. Ovviamente, per poter fruttare oggi un tornaconto economico, le monete devono rispettare delle caratteristiche importanti per poter essere ritenute di valore, dall’anno di coniazione allo stato della conservazione. Come spiega Moneterare, tra le monete più rare c’è la Lira Arancia del 1947, con donna ornata di spighe da un lato e un ramo di arancio con il frutto dall’altra, il cui valore è di 1500 euro. Poi c’è la 2 Lire Spiga, sempre del 1947, acquistata per un valore di 1.800 euro, e la 5 Lire coniata dalla Repubblica Italiana con una donna che regge la fiaccola su un lato e dall’altro un grappolo d’uva, il cui valore, se conservata in modo ottimale, dovrebbe essere pari a 1.200 euro.

Tra le Lire più pregiate c’è la 5 Lire Delfino, del 1956: in quell’anno ne furono coniate soltanto 400mila, per questo motivo la moneta ha sicuramente un valore maggiore rispetto a tutte le altre. Se conservate in FDC, potrebbero valere 2.000 euro ciascuna. Poi abbiamo la 10 Lire Spiga, del 1954: queste valgono in realtà tra i 70 e i 90 euro. Tra le più rare abbiamo la 10 Lire Olivo del 1947, piuttosto ricercate, che potrebbero valere 4.000 euro. Le 20 Lire del 1956 sono quelle da tenere d’occhio per via della scritta “prova”, in genere sono vendute anche a 700 euro, mentre le 50 Lire 1956 con Vulcano nudo sul rovescio e la testa coronata di quercia sull’altro lato potrebbe valere in BB dai 20 ai 50 euro, le monete FDC invece possono arrivare a 110 euro. La 50 Lire del 1958, molto ricercata, potrebbe valere 2.000 euro, mentre le 100 Lire del 1955 arrivano a 1.000 euro. Quella che ha sicuramente maggiore valore rispetto a tutte le altre è la 500 Lire d’argento del 1957 con le Caravelle, il cui valore è di 15mila euro.

Leggi anche:

1. La mafia usa ancora la Lira come moneta parallela: ecco come / 2. La collezione LEGO di Harry Potter che ogni fan dovrebbe avere

Ti potrebbe interessare
Costume / Svolta arcobaleno nei fumetti: il nuovo Superman è bisessuale
Costume / Pensare troppo causa infelicità: e se ti dicessimo che stai sprecando il 66% della tua vita?
Costume / Come fare una fattura elettronica: guida alla compilazione
Ti potrebbe interessare
Costume / Svolta arcobaleno nei fumetti: il nuovo Superman è bisessuale
Costume / Pensare troppo causa infelicità: e se ti dicessimo che stai sprecando il 66% della tua vita?
Costume / Come fare una fattura elettronica: guida alla compilazione
Costume / L’ultimo allievo di De Chirico
Costume / Orietta Berti a TPI: “Mi vogliono tutti perché faccio audience”
Costume / A cos* serv* l* schwa: è davvero necessario un nuovo segno scritto per includere tutti?
Costume / Casinò online: le differenze normative negli Stati Europei
Costume / Wally Funk nello spazio a 82 anni
Costume / Il ReWriters fest. a Roma: al via la prima edizione di una manifestazione unica in Italia
Costume / Come funziona il noleggio auto a lungo termine