Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 11:00
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Costume

Tatuaggi: in Italia li hanno più di 7 milioni di persone, soprattutto donne

Immagine di copertina
Credits: @addormentaletuepaure, Tumblr.

Lo studio dell'Istituto superiore della sanità. In Europa sono 60 milioni

Non più solo pirati e galeotti, in Italia sono 7 milioni le persone con tatuaggi, soprattutto donne. In Europa, il numero complessivo degli “amanti dell’inchiostro” è di 60 milioni.

La percentuale è del 12,8 per cento degli italiani con tatuaggi. Non tutti però conoscono i rischi legati ai tatuaggi. Solo il 76,1 per cento dei tatuati si rivolge a un centro specializzato, mentre i restanti si rivolgono o a centri estetici, o in centri non controllati. Poco più della metà delle persone, in ogni caso, è a conoscenza delle controindicazioni.

Una percentuale che sale al 13,2 per cento se si considera anche ex tatuati.   La maggior parte delle persone lo fa per pure ragioni estetiche.

Il 13,8 per cento delle donne italiane è tatuato. le zone preferite per i tatuaggi sono schiena, piedi e caviglie. Tra gli uomini invece, l’11, 7 per cento ha tatuaggi, localizzati soprattutto in spalle, braccia e gambe.

In media, gli italiani si fanno tatuaggi a 25 anni, ma secondo l’istituto superiore della sanità, che ha condotto lo studio su un campione di circa 7 mila e 600 persone, la fascia più rappresentativa è quella compresa tra i 35 e i 44 anni. I tatuati appartenenti a questa fascia d’eta sono circa il 23,9 per cento, quasi il doppio rispetto alla media delle altre fasce d’età.

Tra gli italiani con tatuaggi ci sono anche minorenni: gli italiani compresi trai 12 e i 17 anni con la pelle tatuata sono il 7,7 per cento del totale.

Non manca chi si fa tatuare per ragioni mediche. Lo 0,5 per cento della popolazione infatti si sottopone a tatuaggi endoscopici (ad esempio per controllare lesioni del colon) o sul capezzolo. Invece, per quanto riguarda i tatuaggi estetici, il cosiddetto trucco permanente, coinvolgono il 3 per cento degli italiani.

Tatuaggi a rischio cancro: ritirati dal mercato 9 colori pericolosi per la salute, ecco quali

Ti potrebbe interessare
Costume / Martina Vismara, modella e blogger che insegna l’amore per il corpo
Costume / Com’è nata la Nintendo Switch OLED?
Costume / Antonio Ricci a TPI: “Io sono una bestia ma voi siete ipocriti”
Ti potrebbe interessare
Costume / Martina Vismara, modella e blogger che insegna l’amore per il corpo
Costume / Com’è nata la Nintendo Switch OLED?
Costume / Antonio Ricci a TPI: “Io sono una bestia ma voi siete ipocriti”
Costume / Svolta arcobaleno nei fumetti: il nuovo Superman è bisessuale
Costume / Pensare troppo causa infelicità: e se ti dicessimo che stai sprecando il 66% della tua vita?
Costume / Come fare una fattura elettronica: guida alla compilazione
Costume / L’ultimo allievo di De Chirico
Costume / Orietta Berti a TPI: “Mi vogliono tutti perché faccio audience”
Costume / A cos* serv* l* schwa: è davvero necessario un nuovo segno scritto per includere tutti?
Costume / Casinò online: le differenze normative negli Stati Europei