Covid ultime 24h
casi +13.331
deceduti +488
tamponi +286.331
terapie intensive -4

“Sono nato qua, questa è la mia faccia”: il video virale contro il razzismo degli studenti di Bologna

Protagonisti del video alcuni studenti dell’Istituto tecnico Salvemini di Casalecchio: un modo per riflettere sul razzismo con ironia

Di Antonio Scali
Pubblicato il 15 Dic. 2019 alle 08:01 Aggiornato il 15 Dic. 2019 alle 08:01
5.6k

“Sono nato qua, questa è la mia faccia”: il video antirazzismo degli studenti di Bologna

È diventato subito virale il video di alcuni studenti di Bologna che con ironia e originalità hanno ironizzato sul tema delicato del razzismo. “Fai una faccia moldava, senegalese, marocchina, indiana, bolognese?”. Il volto dei protagonisti però non cambia, per far capire che chi è nato nel nostro Paese è italiano al 100%, anche se ha un genitore di origini straniere.

Questo il senso del divertente video realizzato da venti studenti del Salvemini, l’istituto tecnico di Casalecchio alle porte di Bologna, che in poco tempo è diventato virale. “Che faccia ho? Sono nato qui, questa è la mia”, dicono i ragazzi, alternando frasi in dialetto bolognese e modi di dire nella lingua d’origine dei loro genitori. “Sono nato qua, sono italiano“, ripetono gli studenti.

E a chi pensa che non siano veramente italiani, rispondono: “Sono fatti suoi”. Il video è un progetto è a cura di Luce narrante e Caracò. “Uno stimolo alla riflessione, spiegano i promotori, al porsi almeno una volta, nella vita e per sbaglio, una domanda semplice quanto complessa: cosa sono i confini? È un invito a distruggere le barriere culturali, linguistiche e personali che ci ostiniamo ogni giorno a creare”.

Alla fine il filmato si chiude con la provocatoria domanda, che fa riflettere: “E tu che faccia hai?”.

Video: Luce narrante Filmmaking /Caracò

Leggi anche:

Più della metà degli italiani giustifica il razzismo

5.6k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.