Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:05
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Costume

“Sono nato qua, questa è la mia faccia”: il video virale contro il razzismo degli studenti di Bologna

Protagonisti del video alcuni studenti dell’Istituto tecnico Salvemini di Casalecchio: un modo per riflettere sul razzismo con ironia

“Sono nato qua, questa è la mia faccia”: il video antirazzismo degli studenti di Bologna

È diventato subito virale il video di alcuni studenti di Bologna che con ironia e originalità hanno ironizzato sul tema delicato del razzismo. “Fai una faccia moldava, senegalese, marocchina, indiana, bolognese?”. Il volto dei protagonisti però non cambia, per far capire che chi è nato nel nostro Paese è italiano al 100%, anche se ha un genitore di origini straniere.

Questo il senso del divertente video realizzato da venti studenti del Salvemini, l’istituto tecnico di Casalecchio alle porte di Bologna, che in poco tempo è diventato virale. “Che faccia ho? Sono nato qui, questa è la mia”, dicono i ragazzi, alternando frasi in dialetto bolognese e modi di dire nella lingua d’origine dei loro genitori. “Sono nato qua, sono italiano“, ripetono gli studenti.

E a chi pensa che non siano veramente italiani, rispondono: “Sono fatti suoi”. Il video è un progetto è a cura di Luce narrante e Caracò. “Uno stimolo alla riflessione, spiegano i promotori, al porsi almeno una volta, nella vita e per sbaglio, una domanda semplice quanto complessa: cosa sono i confini? È un invito a distruggere le barriere culturali, linguistiche e personali che ci ostiniamo ogni giorno a creare”.

Alla fine il filmato si chiude con la provocatoria domanda, che fa riflettere: “E tu che faccia hai?”.

Video: Luce narrante Filmmaking /Caracò

Leggi anche:

Più della metà degli italiani giustifica il razzismo

Ti potrebbe interessare
Costume / Lavoravo come consulente legale a Milano, poi ho detto basta: ora faccio il cooperante in Congo e sono più felice
Costume / Buoni motivi per cui preferire auto usate
Costume / Gherardo Guidi: “Durante il lockdown la notte mi sognavo le serate. Ora la Capannina riapre con molta più passione che negli anni prima della Pandemia”
Ti potrebbe interessare
Costume / Lavoravo come consulente legale a Milano, poi ho detto basta: ora faccio il cooperante in Congo e sono più felice
Costume / Buoni motivi per cui preferire auto usate
Costume / Gherardo Guidi: “Durante il lockdown la notte mi sognavo le serate. Ora la Capannina riapre con molta più passione che negli anni prima della Pandemia”
Costume / Joanna Kenny, l’influencer che sfida gli standard di bellezza evidenziando i baffetti con il mascara
Costume / Dall’uomo incinto alla faccina che fa il saluto militare: tutte le nuove emoji 2021-22
Costume / Le conseguenze della dichiarazione di Obama sugli UFO
Costume / Gli Elites realizzano una reaction a Wembley per la finale degli Europei
Costume / Buone idee crescono: ecco WiseMindPlace, la piattaforma che trasforma le idee in progetti
Costume / Euro2020, l'ex cantante degli One Direction insulta l'Italia: intervengono Fedez e Andrea Delogu
Costume / Da “home” a “Rome”, la “scontro social” tra Poste Italiane e la Royal Mail britannica sulla vittoria degli Azzurri