Covid ultime 24h
casi +28.352
deceduti +827
tamponi +222.803
terapie intensive -64

Ricordi di gioia e amore tra madri e figli in carcere, il progetto fotografico di Jadwiga Bronte

Di Redazione TPI
Pubblicato il 26 Ott. 2020 alle 08:21 Aggiornato il 27 Ott. 2020 alle 13:14
14
Immagine di copertina
Credit: Jadwiga Brontē

Crescere un figlio dietro le sbarre: commoventi foto catturano momenti di amore tra madri e figli in carcere

La fotoreporter Jadwiga Bronte ha trascorso 10 mesi in due diverse carceri della Moldavia per realizzare il progetto The Good Memories, che ha lo scopo di creare ricordi di gioia tra madre e figlio durante la prigionia attraverso la fotografia.

Credit: Jadwiga Brontē

Con la sua macchina fotografica Jadwiga Bronte ha ritratto le tante donne che hanno dovuto affrontare la difficoltà di crescere un figlio dietro le sbarre. Durante le sue visite nelle carceri, la Bronte ha immortalato momenti di semplice e ordinaria maternità che sembrano far sgretolare e scomparire le mura della prigione.

Credit: Jadwiga Brontē

“Ci sono volte in cui non scatto affatto, parlo con loro e gioco con i bambini. Per alcune madri, purtroppo, sono l’unica persona che va a trovarli”, ha raccontato la fotografa.

Credit: Jadwiga Brontē

Jadwiga Bronte è una fotoreporter e documentarista polacca trentenne, di recente ha pubblicato il suo primo libro, The Invisible People of Belarus, che documenta la vita delle persone che hanno subito danni fisici e psichici dalla tragedia di Chernobyl del 1986, oggi ospitate in istituti governativi bielorussi.

Credit: Jadwiga Brontē
Credit: Jadwiga Brontē
Credit: Jadwiga Brontē
Credit: Jadwiga Brontē
Credit: Jadwiga Brontē
Credit: Jadwiga Brontē
Credit: Jadwiga Brontē

Tutti i progetti della fotografa Jadwinga Bronte sul suo sito e sul suo account Instagram.

Leggi anche: Dentro un istituto bielorusso per i sopravvissuti di Chernobyl

14
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.