Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:35
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Costume

Gender Pay Gap: come affrontarlo per attrarre e trattenere i migliori talenti

Immagine di copertina

In italiano potremmo tradurre Gender Pay Gap come discriminazione salariale di genere. È una realtà che coinvolge anche il nostro Paese, dove le paghe per gli uomini sono superiori in media del 10% circa rispetto a quelle delle donne a parità di ruolo. Ma occorre approfondire: la differenza fra retribuzione lorda per lavoratori di sesso maschile e femminile è infatti uno dei fattori a determinare il Gender Pay Gap, ma non l’unico.

Le donne guadagnano meno degli uomini?

Questo assunto è reale sotto diversi punti di vista. Il primo è quello più immediato, ossia il ricevere un’offerta economica inferiore se si è di genere femminile rispetto all’essere di genere maschile. Da questo punto di vista il è valido ad ogni livello di carriera: guadagna meno l’operaia rispetto al collega che svolge il medesimo tipo di lavoro, così come ottiene una paga inferiore la donna che ha una posizione più importante, come quadro o dirigente. La problematica è però più ampia, in Italia, così come nel resto del mondo  le donne tendono ad essere meno in posizioni lavorative apicali, mentre sono numericamente più presenti in posizioni lavorative di minore importanza, per cui ovviamente la retribuzione è inferiore rispetto a quella che si ottiene per posizioni lavorative gerarchicamente superiori. In Europa, secondo una , gli amministratori delegati donna sono solo meno dell’8% del totale delle imprese europee. Una cifra che fa riflettere considerando anche il fatto che in molti Paesi le donne impiegano un maggior numero di ore quotidiane per lavori non retribuiti, come ad esempio la cura della prole e della famiglia – il cosiddetto caregiving – e della casa.

Come raggiungere la parità di genere:

Sono molte oggi le imprese e le istituzioni, che stanno cercando di attuare strategie che consentano di raggiungere la parità di genere sul posto di lavoro, in modo che il Gender Pay Gap diventi un mero ricordo e che le persone siano pagate per il loro lavoro in modo equo, indipendentemente dal loro genere. Negli ultimi anni stanno diventando sempre più importanti le strategie dette di DEI: Diversity, Equity, Inclusion. La parità di genere infatti si può raggiungere implementando strategie di ampio respiro, che tengano conto di questi tre elementi essenziali. La diversità è il primo: va compresa, analizzata.

Come si attuano le strategie DEI:

Alcune delle strategie DEI, in particolare quelle correlate all’equità e alla diversità, sono state adottate da alcuni anni, anche grazie alle vigenti normative sul lavoro in Europa volte a diminuire il Gender Pay Gap. Affinché le strategie DEI risultino però efficaci, è necessario che siano evidence-based, ovvero basate su un’attenta analisi e su dati rilevanti. Per questo motivo, è utile che le aziende si avvalgano anche di diagnosi effettuate da consulenti esterni che aiutino le organizzazioni a comprendere a fondo le problematiche. Nondimeno, è fondamentale che le organizzazioni incorporino nel proprio purpose aziendale la volontà di creare un ambiente equo e inclusivo, e che la trasmettano alle proprie persone.

Ti potrebbe interessare
Costume / Chiara Ferragni, la fan 11enne: “Per farci notare dobbiamo metterci nude?”. La risposta dell’imprenditrice
Costume / Elisa Esposito: “Se guadagnate 1300 euro la colpa è vostra”
Costume / Una casa di moda ha lanciato il cono di pelle per le patatine fritte
Ti potrebbe interessare
Costume / Chiara Ferragni, la fan 11enne: “Per farci notare dobbiamo metterci nude?”. La risposta dell’imprenditrice
Costume / Elisa Esposito: “Se guadagnate 1300 euro la colpa è vostra”
Costume / Una casa di moda ha lanciato il cono di pelle per le patatine fritte
Costume / Usa un massaggiatore muscolare come vibratore: 30enne muore fulminato mentre si masturba
Costume / Benedetta Rossi sul suo sfogo social: “Sono esplosa per difendere le persone semplici da chi le deride”
Costume / Auto e assicurazione cointestata? È possibile, ma non sempre conviene.
Costume / Nonna chiede 18 euro l’ora alla figlia per fare da babysitter ai nipoti: “Così mi farà indebitare”
Costume / L’influencer: “Ho speso 30mila dollari per avere una faccia nuova, ora però non mi riconosco più”
Costume / Michelle Hunziker, la gaffe sui social non passa inosservata
Costume / Lascia OnlyFans per un lavoro vero e proprio: “Ho fatto un turno da 10 ore, sono felicissima”