Guai per Fabrizio Corona: festa a casa con gli amici ma era agli arresti domiciliari

I carabinieri nell’abitazione dell’ex re dei paparazzi, a Milano. Era con due ragazzi e tre ragazze, nonostante il regime di detenzione

Di Marco Nepi
Pubblicato il 12 Lug. 2020 alle 11:18 Aggiornato il 12 Lug. 2020 alle 11:20
105
Immagine di copertina
Fabrizio Corona Credits: ANSA

Non si smentisce Fabrizio Corona che la scorsa notte si è intrattenuto nella sua casa si Milano con alcuni amici. Il problema, però, è che l’ex re dei Paparazzi è agli arresti domiciliari e non potrebbe ricevere visite.

Fabrizio Corona e la festa con gli amici ai domiciliari

A quanto pare, durante la notte scorsa qualcuno ha chiamato la Polizia per lamentarsi dell’alto volume che arrivava dal suo appartamento, quando gli agenti sono arrivati, però, non hanno trovato musica a palla, ma cinque amici – due ragazzi e tre ragazze – senza precedenti penali, che stavano passando la serata a casa di Corona. Una normale serata tra amici, che non avrebbe alcuna conseguenza se non fosse, però, che Corona è agli arresti domiciliari e quindi non potrebbe ospitare persone a casa sua, salvo una decisione diversa del Giudice: gli arresti domiciliari, infatti, sono a tutti gli effetti una misura cautelare.

Sarà il Tribunale, quindi, a doversi esprimere per quanto riguarda l’accaduto, basandosi anche su quanto hanno accertato gli agenti che sono andati a casa sua. Gli agenti erano corsi sul posto perché alcuni vicini avevano denunciato una festa con musica ad alto volume, cosa che, pare, si sarebbe ripetuta anche alcune sere precedenti.

Corona fuori legge durante il lockdown

Non è la prima volta, in questi ultimi mesi, che Corona sfida la legge e durante il lockdown era stato diffidato per aver ospitato a casa sua il personal trainer. Una misura illegale, dal momento che l’Italia intera era in isolamento, con il divieto di vedere persone estranee al proprio nucleo familiare, a parte alcune eccezioni previste dalla legge (e che non riguardavano amici e personal trainer).

Lo scorso giugno Fabrizio Corona aveva visto annullare la decisione del Tribunale di Milano che aveva allungato la pena da scontare in carcere di altri 9 mesi. Era stata la Cassazione a ribaltare la sentenza del Tribunale, come annunciato dal legale dell’ex re dei Paparazzi che aveva presentato ricorso alla Suprema Corte. Lo stesso Corona durante la trasmissione di Barbara D’Urso aveva parlato del bisogno di “una rivisitazione della mia storia giudiziaria e di quello che ho vissuto” e sottolineando: “Credo di essere cambiato, spero di riacquistare presto la mia la libertà perché non vedo l’ora di portare mio figlio al mare”.

Leggi anche: Corona ci ricasca: nonostante la quarantena, festeggia il compleanno con i suoi amici

105
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.