Me

Una rom abruzzese ha denunciato Matteo Salvini all’Onu: “Siamo suoi bersagli, fermiamo l’odio razziale”

Immagine di copertina

Una rom abruzzese ha denunciato Matteo Salvini all’Onu

Si chiama Giulia Di Rocco, è rom e vive in Abruzzo. La sua denuncia al ministro dell’Interno Matteo Salvini, definito “razzista”, è arrivata alle Nazioni Unite. La donna, romanì, ha scritto una relazione in cui evidenzia come il governo, che dovrebbe rappresentare e difendere i rom e sinti cittadini italiani presenti in Italia già dal 1300, li utilizza come bersaglio della sua campagna elettorale.

La relazione sarà presentata dai membri del Wrf, World Roma Federation, che in questi giorni saranno proprio alle Nazioni Unite. Obiettivo della denuncia, come sottolinea Giulia Di Rocco, è quello di “fermare il dilagante odio razziale, ponendovi rimedio prima che la storia del passato, con le sue terribili conseguenze, possa ripetersi”. Di Rocco infatti ricorda le persecuzioni, le torture e le pesanti discriminazioni cui vennero sottoposti rom e sinti, soprattutto ad opera del nazismo hitleriano. Una violenza inaudita che ha mietuto migliaia di vittime innocenti, infliggendo immani sofferenze e spargendo ovunque sangue e lutti.

Di Rocco è membro del Forum RSC istituto presso Unar Ministero delle pari opportunità a Roma, del Wrf World Roma Federation con sede a Bruxelles, dell’Ucri- unione delle comunità romanes in Italia e presidente dell’associazione amici di Zefferino e dell’associazione Romani Kriss.

Salvini contro donna Rom, il direttore UNAR Triantafillos Loukarelis: “Prese in carico diverse segnalazioni sul caso”

Campi rom in Italia, tutti i numeri da sapere

Rom, il 2 agosto si ricorda lo sterminio in un solo giorno di oltre 4mila persone ad Auschwitz-Birkenau