Me

Salvini: “decreto sicurezza bis pronto e approvabile”. Ma Conte rinvia tutto alla prossima settimana

Immagine di copertina

Salvini: decreto sicurezza bis pronto. Conte: in Cdm prossima settimana | Il Decreto Sicurezza Bis è pronto ed è a prova di approvabilità. Lo annuncia Matteo Salvini durante la registrazione della puntata di “Porta a Porta“, in onda questa sera alle 23.30 circa, mostrando al conduttore Bruno Vespa il testo del decreto legge. Lo conferma anche il premier Giuseppe Conte, annunciando tuttavia, che il provvedimento non sarà approvato prima dell’inizio della prossima settimana.

“Questo decreto il presidente della Repubblica Mattarella ce l’ha già: qui c’è il frutto del lavoro di questi giorni. Il decreto è pronto in tutto il suo articolato, 18 articoli. Il più importante è la lotta alla mafia e camorra”.

“Solo una minima parte riguarda i migranti – aggiunge il ministro dell’Interno che sottolinea – salvare le vite è un diritto e un dovere. Mai dirò a nessuno, fai finta di niente. Il problema è chi non rispetta la legge, come la Sea Watch“.

Con il decreto sicurezza bis, dunque, “Viene punito chi infrange la legge. Tu vai dove ti dicono di andare le Capitanerie di Porto. Non è che uno va dove vuole”.

Il vicepremier e segretario della Lega ha poi affermato che le criticità riscontrate nei giorni precedenti sono state superate e che non resta che approvare il testo.

Gli fa eco il presidente del Consiglio Giuseppe Conte che, in una dichiarazione alla stampa a Palazzo Chigi, conferma che nella versione riveduta: “Le criticità emerse mi sembrano superate”.

Sulle perplessità fatte filtrare dal Quirinale nei giorni precedenti sul decreto sicurezza bis, Conte ha difeso l’operato di Mattarella affermando che al Capo dello Stato: “Non si può attribuire la censura preventiva né un sindacato politico. Gli si fa un torto in astratto e in concreto. Non ha svolto questo ruolo né intendeva svolgerlo”.

Conte ha anche dichiarato che il decreto non verrà approvato prima dell’inizio della prossima settimana. “Ho sentito Salvini e Di Maio e convenuto che è complicato tenere un Cdm domani o dopodomani per cui lo abbiamo rinviato alla settimana prossima, nel primo giorno utile, con all’ordine del giorno i decreti su sicurezza e famiglia”.

Governo news | È lite sui decreti, il Quirinale irritato

Governo news | Le ultime notizie dal Palazzo: politica italiana e novità di oggi | Ultima ora