Me

Grillo: “Cambiamenti climatici? Non credeteci! Gli alberi caduti sono tutti uguali, sembrano dell’Ikea”

Il deputato Pd de Menech lo attacca: "Grillo è semplicemente indecente. Un clown, direbbero gli inglesi, un pagliaccio". In Veneto si lavora notte e giorno per tornare alla normalità dopo l'ondata di maltempo

Immagine di copertina
L'ex comico genovese e leader del M5s ironizza sulla devastazione ambientale provocata dai cambiamenti climatici

“Cambiamenti climatici? Non credeteci! Ho visto le foto del Bellunese, gli alberi caduti sono tutti uguali, pareva l’Ikea. La verità è che le catastrofi sono il nostro Pil, costruiamo e ricostruiamo”. Così Beppe Grillo ha esordito sul palco di Jesolo, nel Veneziano.

Dopo che nelle scorse settimane il maltempo ha messo in ginocchio intere regioni come il Veneto devastando intere provincie come quella di Belluno, l’ex leader dei Cinque Stelle ha pensato di ironizzare sul delicato tema del cambiamento climatico.

L’ondata di maltempo ha portato morti, la distruzione di abitazioni e intere infrastrutture danneggiate, oltre che al disastro ambientale e paesaggistico.

In Trentino si è stimato un danno pari a 300 milioni di euro, nel bellunese invece si parte da 1 miliardo.

Le affermazioni di Grillo hanno scatenato una bufera, il presidente della provincia di Belluno Roberto Padrin, ha risposto all’ex comico: “La battuta di Grillo non è commentabile. Lascio ai cittadini valutare queste parole. Da sindaco di Longarone non posso paragonare l’ondata di maltempo al Vajont: la carica, anche emotiva, di quella disgrazia non penso abbia eguali. Ma questo evento è forse peggiore dell’alluvione del 1966 per la vastità territoriale”.

Anche il deputato bellunese del Pd Roger De Menech ha attaccato il politico penta stellato: “Grillo è semplicemente indecente. Un clown, direbbero gli inglesi, un pagliaccio. Sono arrabbiato e indignato per le prese in giro ai bellunesi arrivate dal capo del Movimento 5 stelle”.

“Solo nel bellunese, conclude De Menech, si stima siano caduti 14 milioni di alberi, ci sono ancora centinaia di famiglie sfollate e decine di migliaia di persone senza acqua potabile e senza energia elettrica e un pagliaccio che è anche capo politico del primo partito italiano si permette di prenderci in giro, di negare i cambiamenti climatici e addirittura di ipotizzare un complotto? Se avesse un minimo di dignità dovrebbe chiedere immediatamente scusa e devolvere alle popolazioni disastrate dal maltempo di questi giorni i milioni che guadagna con i suoi spettacoli in cui si permette di dileggiare chi è stato colpito dal maltempo”.

Il portale Ildolomiti, che tra i primi ha dato la notizia, si è chiesto anche perché Beppe Grillo non abbia “giocato in casa” facendo l’esempio del ponte Morandi per parlare della mala gestione dell’Italia.

Dopo le battute del leader del M5s contro i malati di autismo e della sindrome di Asperger, Grillo ha scatenato nuove polemiche e indignazione.