Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

In fin di vita decide di donare gli organi: l’ospedale organizza una ‘sfilata del rispetto’ per ringraziarlo

Personale medico, pazienti, amici e parenti: tutti allineati per accompagnarlo nell'ultimo gesto d’amore. Un’usanza dell’ospedale per celebrare il coraggio dei donatori

Immagine di copertina

Nell’ospedale St. Luke di Meridian, negli Stati Uniti, è usanza rendere omaggio ai pazienti che donano gli organi con una “sfilata del rispetto”. Al momento stabilito tutto il personale medico presente nella struttura si allinea insieme a parenti, amici e pazienti lungo i corridoi della terapia intensiva per ‘accompagnare’, silenziosamente, il donatore nel suo ultimo gesto d’amore.

A portare alla luce questo rituale è stato lo stesso ospedale con un video pubblicato su Facebook e realizzato grazie al consenso del paziente: un uomo di 53 anni, malato terminale, la cui identità è rimasta anonima per volere della famiglia.

“È un modo per onorare i pazienti e le famiglie che prendono queste difficili decisioni”, ha detto all’Idaho Statesman la responsabile della comunicazione dell’ospedale Anita Kissee.

È lei a spiegare le origini di questo gesto: “Abbiamo iniziato qualche anno fa, quando è morto il figlio di un dipendente dell’ospedale e i suoi colleghi hanno voluto rendergli omaggio in questo modo”.

Quella del 53enne è stata la seconda donazione in una settimana. “Un caso molto raro e che ci rende davvero felici”, ha concluso la portavoce del St. Luke.

Gli organi dell’uomo sono stati donati alla Pacific Northwest Transplant Bank e ad altri ospedali. Tra le strutture c’è anche un ospedale pediatrico di Portland, che dopo aver visto il video ha deciso di omaggiare i pazienti allo stesso modo.

Come funziona la donazione di organi nel mondo

Negli Stati Uniti il 75 per cento degli adulti è a favore della donazione degli organi. Tuttavia, secondo le statistiche del governo, solo il 54 per cento si è iscritto al registro dei donatori.

In Italia il numero di donazioni e trapianti è in un aumento. Stando ai dati del ministero della Salute, nel 2017 i donatori sono stati 1741: cifra che ha fatto segnare un incremento del 9 per cento rispetto all’anno precedente. Un trend che è in ascesa già da tempo: negli ultimi cinque anni infatti i cittadini che hanno accettato di donare gli organi sono aumentati del 29 per cento.