Me

Il giocatore di football anti-Trump Kaepernick è il volto del nuovo spot Nike

L'atleta si era inginocchiato durante l'inno nazionale in segno di protesta contro le violenze della polizia americana ed era stato fortemente criticato dal presidente Trump

Immagine di copertina
Credit: Getty Images

Una star del football americano, Colin Kaepernick, famoso per essersi inginocchiato durante l’inno nazionale in segno di protesta contro la violenze perpetrate della polizia contro gli afroamericani, è diventato uno dei volti della nuova campagna pubblicitaria dell’azienda d’abbigliamento sportivo Nike.

L’ex quarterback del San Francisco infatti apparirà nello spot di “Just Do It” per il 30esimo anniversario del famoso marchio sportivo.

Nel 2016 l’atleta si era rifiutato di alzarsi in piedi per l’inno nazionale in segno di protesta contro la violenze perpetrate della polizia contro gli afroamericani.

Anche altri giocatori hanno seguito l’esempio di Kaepernick, ma la protesta degli atleti ha scatenato le ire del presidente statunitense Trump, che aveva definito il comportamento “irrispettoso” verso la bandiera americana e insultato i giocatori.

Kaepernick non ha più giocato nella National Football League (NFL)  dall’anno scorso e ha fatto causa all’associazione sportiva, affermando che i proprietari della squadra lo hanno isolato proprio a causa della sua presa di posizione contro la polizia.

Nel nuovo slogan targato Nike, Kaepernick è accompagnato dallo slogan “Credi in qualcosa. Anche se vuol dire sacrificare tutto il resto”.

Kaepernick è una tra le star del mondo sportivo che ha prestato il suo volto per la nuova campagna pubblicitaria dell’azienda, insieme ad altri giocatori del NFL come  Odell Beckham Jr e Shaquem Griffin.

L’atleta ha anche condiviso sul suo profilo Twitter lo spot della Nike.

“Crediamo che Colin sia un esempio per la sua generazione, perché è stato in grado di usare il potere dello sport per aiutare il mondo ad andare avanti”, ha detto Gino Fisanotti, il vicepresidente di Nike per il Nord America citato dalla rete televisiva sportiva ESPN.

Sui social si sono però diffusi anche degli hashtag contro l’azienda e la nuova campagna pubblicitaria, come #BoycottNike e #JustBurnIt.

Kaepernick ha mantenuto il contratto con la famosa azienda sportiva anche dopo essersi inginocchiata durante l’inno nazionale ed è stato poi inserito nella campagna pubblicitaria per l’anniversario.

A maggio, la NFL ha annunciato che le squadre i cui giocatori hanno manifestato durante  l’inno sarebbero stati multati sulla base di una nuova politica che deve ancora essere introdotta.

Al momento infatti sono ancora in corso i negoziati tra la Lega e il sindacato dei giocatori.