Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Giordania, bomba a un festival musicale: 1 morto

Il primo ministro Omar Razzaz ha definito l'attentato un "attacco terroristico"

Immagine di copertina

Un membro delle forze di sicurezza giordane è rimasto ucciso e altri 6 sono rimasti feriti a seguito dell’esplosione di una autobomba al passaggio di una pattuglia in un festival musicale a Fuheis, vicino Amman, in Giordania.

A dare la notizia è stato il ministero dell’Interno giordano.

A seguito dell’esplosione, il governo ha deciso di rafforzare i controlli per rendere più sicura la partecipazione all’evento, un festival che ha cadenza annuale.

L’incidente è avvenuto in un’area adibita solitamente alla sosta dei veicoli della polizia.

Il primo ministro Omar Razzaz ha definito l’attentato un “attacco terroristico” e i media locali hanno riferito che è stata avviata una caccia all’uomo per trovare coloro che hanno organizzato l’esplosione.

“La Giordania sarà sempre in prima linea nella lotta contro il terrorismo e le idee oscurantiste che colpiscono la vita degli innocenti e cercano di minare la sicurezza e la stabilità”, ha affermato il ministro in un commento diffuso dall’agenzia ufficiale Petra.

La Giordania ha avuto un ruolo chiave all’interno della coalizione guidata dagli Stati Uniti nella lotta contro l’Isis in Siria e in Iraq.

Il governo giordano ha usato la sua aviazione e ha permesso alle forze della coalizione di utilizzare le sue basi.

La Giordania è stato colpita da una serie di attacchi jihadisti nel 2016, tra cui un attentato suicida a giugno che ha ucciso 7 guardie al confine con la Siria. L’Isis ha rivendicato l’attacco.

La Giordania è un importante alleato occidentale in una regione considerata ancora instabile.

Notizia in aggiornamento