Me
La gaffe di Francesco Berti (M5s): “Pd assente durante il discorso di Conte”, ma la foto è della Camera
Condividi su:
berti m5s
Il post di Francesco Berti su Facebook

La gaffe di Francesco Berti (M5s): “Pd assente durante il discorso di Conte”, ma la foto è della Camera

Francesco Berti ha accusato il Pd di aver disertato i banchi del parlamento durante il discorso di Conte. Solo che il premier ha parlato al Senato, mentre la foto postata dal grillino era di Montecitorio

berti m5s
Il post di Francesco Berti su Facebook

Il deputato del Movimento Cinque Stelle Francesco Berti, neoeletto alla Camera, è incappato in una gaffe piuttosto clamorosa.

Poco dopo il discorso programmatico del premier Giuseppe Conte, Berti ha scritto un post su Facebook in cui attaccava il Partito Democratico, reo a suo parere di aver disertato i banchi del Senato mentre Conte parlava, e di non aver quindi partecipato al dibattito sulla fiducia.

Il post si intitola “ECCO L’OPPOSIZIONE DURA DEL PD: ZERO RISPETTO DEI CITTADINI”, e recita: “Mentre Renzi si farà il tour fuori dall’Italia mantenendo la carica e l’indennità da senatore (s minuscola), il gruppo del PD segue l’esempio del capo. Eccoli, quelli del ‘dobbiamo salvare le istituzioni dai populisti che non rispettano la democrazia’, ancora una volta assenti in blocco in Aula, mentre il Presidente Conte si presenta alla Camera. Ma veramente questi hanno governato 5 anni?”

Il problema è che la foto scattata (o ripresa) da Berti è della Camera, mentre Conte stava tenendo il suo discorso a Palazzo Madama, e non a Montecitorio come erroneamente sostenuto nel post da Berti.

Solo mercoledì 6 giugno, infatti, Conte si presenterà davanti ai deputati per ricevere la fiducia.

Accortosi dell’errore, sulla sua pagina Facebook Berti ha cercato di correre in qualche modo ai ripari cambiando l’argomento del suo attacco a Renzi: “Mi segnalano giustamente che Renzi era in aula del Senato durante il discorso di Conte. Questa foto è stata scattata alla Camera dei deputati, uno dei due rami del parlamento, Renzi è al Senato (sì, proprio quello che voleva abolire)”.

La sua pagina, come era prevedibile, è stata inondata di commenti sarcastici. Anche alcuni esponenti del Pd sono intervenuti per rispondere al giovane deputato grillino.

Anna Ascani, sulla sua pagina Facebook, ha scritto: “Questo è un deputato eletto a Livorno col MoVimento 5 Stelle e oggi scrive, tutto indignato, che è una vergogna che il PD sia assente in Senato mentre Conte parla e che Renzi stia in giro per il mondo invece di star lì”.

“Peccato che l’unica vergogna qui sia che un ragazzo fortunato, eletto da più di tre mesi in Parlamento, non distingua ancora il suo luogo di lavoro – la Camera dei Deputati – dall’aula del Senato. Oggi, come tutti sanno, si votava la fiducia al Senato. E il senatore Renzi, oltre ad esserci, è intervenuto”.

“I grillini sono bugiardi patologici, nessuna novità. Vale per i nuovi e per le conferme. Ma adesso che sono al governo non gli basteranno più le bugie, raccontate male.
Ora li attende il governo. Ora dovranno dare risposte agli italiani. Al mio giovane collega consiglio quindi di rimboccarsi le maniche. O almeno di cominciare col distinguere la Camera (in foto) e il Senato.  Dopo tre mesi sarebbe un bel passo avanti”.

Francesco Berti ha 27 anni, è laureato in giurisprudenza e sta frequentando un master di secondo livelli in politiche europee a Parma. È attivista del Movimento Cinque Stelle dal 2012 e ha lavorato come assistente parlamentare all’Europarlamento.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus