Me

Il Terzo segreto di satira: “Il M5s avrebbe dovuto spaccare tutto e invece…”

TPI ha intervistato Davide Bonacina, del collettivo Il Terzo segreto di Satira, riguardo il loro film in uscita e la situazione politica attuale

Immagine di copertina
Il Terzo segreto di satira

Giovedì 10 maggio 2018 è in programma l’uscita del film “Si muore tutti democristiani”, la prima opera cinematografica del collettivo di videomaker satirici Il Terzo segreto di Satira.

TPI ha intervistato Davide Bonacina, che fa parte de Il Terzo segreto di Satira, il quale firma la regia del film.

Nella sinossi del vostro film “Si muore tutti democristiani” avete scritto: “nasci contestatore, muori contestato”. A voi è successo?

Speriamo di no, ma sicuramente siamo cambiati. Ci siamo resi conto che abbiamo fatto un passaggio nella vita e il film è frutto di questa riflessione, che ci ha portato a un cambiamento.

Il punto è se questo cambiamento è positivo o negativo.

Se è un cambiamento naturale e sopratutto se questo compromesso che capita a tutti ha un limite.

Il film ha delle domande ma non ha delle risposte.

Per fare questo film siete scesi a compromessi?

Noi siamo convinti che il film sia esattamente quello che volevamo fare. Non abbiamo rimpianti e ci sembra incredibile.

Dobbiamo ringraziare la produzione, che ha supportato questo film senza stravolgerlo. Il film è esattamente come volevamo, quindi se non piace è colpa nostra.

Cosa vi ha spinto a fare un film?

Sinceramente era una cosa che ci sarebbe piaciuta fare sin dall’inizio.

Noi abbiamo studiato tutti cinema e quindi inevitabilmente era un nostro sogno.

Ci piace molto fare video brevi su internet e hai una immediatezza e una possibilità di raggiungere chiunque in un lasso di tempo brevissimo, che nessun altro mezzo ti permette.

In noi c’è sempre stato il germe di fare un film, perché è un’altra cosa, hai 90 minuti di ascolto, è più ragionato e hai più ascolto.

È un sogno divenuto realtà e rappresenta un giro di boa per noi.

Cosa ne pensate della situazione politica attuale?

È una gran confusione. Da una parte egoisticamente ci fa piacere, dell’altra penso che quello che sta accadendo in politica è molto simile a quello che raccontiamo nel nostro film.

I 5 stelle erano quelli che dovevano spaccare tutto, aprire il parlamento come una scatoletta di tonno, ma inevitabilmente quando arrivi al potere, a contare o dentro le stanze del potere, qualcosa cambia.

Così si inizia a parlare di alleanze, il premier terzo con la Lega, ecc…

Sono tutti ragionamenti che, da come è partito il Movimento 5 Stelle, nessuno si sarebbe aspettato.

Secondo voi da dove dovrebbe ricominciare la sinistra?

Secondo noi la sinistra dovrebbe ritrovare il suo nucleo originario.

Renzi in un tentativo di ammodernamento sta convergendo verso il centro e anche questo è sintomo di certe dinamiche di inversione.

Campagna regione lazio

Sarebbe bello se la sinistra riuscisse a recuperare la sua anima e allo stesso tempo ammodernarla senza snaturarla.

Quanto detto vale per me. Da buoni uomini da sinistra, ognuno del nostro collettivo la pensa diversamente, però riusciamo a stare insieme senza scissioni.

Voi sareste stati favorevoli a un patto tra Pd e 5 Stelle?

Voteremo tra noi del Terzo segreto e ti faremo sapere.

Qui l’articolo completo sul film “Si muore tutti democristiani”