Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Chi è Lucrezia Reichlin, l’economista che potrebbe diventare premier nel nuovo governo

Insegna economia alla London Business School e il suo è considerato uno dei nomi in lizza per la premiership. La madre a TPI: "Non le ha telefonato nessuno"

Immagine di copertina

Lucrezia Reichlin è un’economista italiana che insegna alla London Business School. Il suo è considerato uno dei nomi in lizza per la premiership nel governo neutrale cui vorrebbe dar vita il presidente della Repubblica Sergio Mattarella (qui le 4 opzioni messe in campo dal capo dello Stato).

Ieri, 7 maggio, TPI ha intervistato la madre di Reichlin, la scrittrice e storica militante del Pci Luciana Castellina, la quale ha detto, riferendosi alle indiscrezioni pubblicate su un possibile ruolo di governo della figlia:

La prima a essere sbigottita di queste indiscrezioni è lei, perché nessuno le ha fatto neanche una telefonata. Siccome mia figlia vive a Londra e non è legata a un gruppo specifico, ogni tanto il suo nome viene fuori in queste circostanze.

È una cosa che capita in modo ricorrente. Ma poi ad essere incaricato è sempre qualcuno che è appoggiato da un potentato locale.

Quando le abbiamo chiesto se Lucrezia Reichlin sarebbe disponibile ad assumere questo incarico, Luciana Castellina ha risposto:

Bisognerebbe capire il contesto, non sarebbe di certo lei a scrivere il programma. Ma sono fatti suoi e non mi azzarderei mai a parlare a nome suo (qui l’intervista integrale).

Chi è Lucrezia Reichlin

Lucrezia Reichlin è nata a Roma nel 1954. Economista, nata in una famiglia di intellettuali e politici di sinistra, ha studiato in Italia e poi si è trasferita negli Stati Uniti per proseguire gli studi.

“Io non so se ho fatto bene a partire per gli Stati Uniti e non tornare più nel mio paese”, ha scritto nella prefazione del libro della madre, La scoperta del mondo (nottetempo), “per me è stata la risposta al senso di soffocamento che l’Italia mi aveva dato in quegli anni”.

Durante la presidenza di Jean-Claude Trichet, Lucrezia Reichlin ha ricoperto l’incarico di direttore generale alla ricerca alla Banca centrale europea (Bce) di Francoforte.

È stata fra le prime persone a sostenere che non c’è un nesso automatico fra aumento della massa monetaria e aumento dell’inflazione.

Dal 2008 è docente alla London Business School. Siede inoltre nel Consiglio di Amministrazione di Unicredit ed è editorialista del Corriere della Sera.

Suo padre, scomparso a 91 anni a marzo 2017, era Alfredo Reichlin, politico e partigiano. È stato dirigente ed ex deputato Pci e direttore dell’Unità.

Sua madre, invece, è Luciana Castellina, scrittrice e militante del Pci, tra i fondatori de Il Manifesto. È stata parlamentare ed europarlamentare.