Me

Chi è Lucrezia Reichlin, l’economista che potrebbe diventare premier nel nuovo governo

Insegna economia alla London Business School e il suo è considerato uno dei nomi in lizza per la premiership. La madre a TPI: "Non le ha telefonato nessuno"

Immagine di copertina

Lucrezia Reichlin è un’economista italiana che insegna alla London Business School. Il suo è considerato uno dei nomi in lizza per la premiership nel governo neutrale cui vorrebbe dar vita il presidente della Repubblica Sergio Mattarella (qui le 4 opzioni messe in campo dal capo dello Stato).

Ieri, 7 maggio, TPI ha intervistato la madre di Reichlin, la scrittrice e storica militante del Pci Luciana Castellina, la quale ha detto, riferendosi alle indiscrezioni pubblicate su un possibile ruolo di governo della figlia:

La prima a essere sbigottita di queste indiscrezioni è lei, perché nessuno le ha fatto neanche una telefonata. Siccome mia figlia vive a Londra e non è legata a un gruppo specifico, ogni tanto il suo nome viene fuori in queste circostanze.

È una cosa che capita in modo ricorrente. Ma poi ad essere incaricato è sempre qualcuno che è appoggiato da un potentato locale.

Quando le abbiamo chiesto se Lucrezia Reichlin sarebbe disponibile ad assumere questo incarico, Luciana Castellina ha risposto:

Bisognerebbe capire il contesto, non sarebbe di certo lei a scrivere il programma. Ma sono fatti suoi e non mi azzarderei mai a parlare a nome suo (qui l’intervista integrale).

Chi è Lucrezia Reichlin

Lucrezia Reichlin è nata a Roma nel 1954. Economista, nata in una famiglia di intellettuali e politici di sinistra, ha studiato in Italia e poi si è trasferita negli Stati Uniti per proseguire gli studi.

“Io non so se ho fatto bene a partire per gli Stati Uniti e non tornare più nel mio paese”, ha scritto nella prefazione del libro della madre, La scoperta del mondo (nottetempo), “per me è stata la risposta al senso di soffocamento che l’Italia mi aveva dato in quegli anni”.

Durante la presidenza di Jean-Claude Trichet, Lucrezia Reichlin ha ricoperto l’incarico di direttore generale alla ricerca alla Banca centrale europea (Bce) di Francoforte.

È stata fra le prime persone a sostenere che non c’è un nesso automatico fra aumento della massa monetaria e aumento dell’inflazione.

Dal 2008 è docente alla London Business School. Siede inoltre nel Consiglio di Amministrazione di Unicredit ed è editorialista del Corriere della Sera.

Suo padre, scomparso a 91 anni a marzo 2017, era Alfredo Reichlin, politico e partigiano. È stato dirigente ed ex deputato Pci e direttore dell’Unità.

Sua madre, invece, è Luciana Castellina, scrittrice e militante del Pci, tra i fondatori de Il Manifesto. È stata parlamentare ed europarlamentare.