Me

Thailandia, incendio su un bus: morti 20 lavoratori birmani

Il mezzo trasportava 47 persone: il bilancio è di 20 morti e 3 feriti

Immagine di copertina
L'incidente è avvenuto nell'ovest della Thailania.

Almeno 20 persone sono morte il 30 marzo 2018 in un incendio divampato a bordo di un autobus nell’ovest della Thailandia, nella provincia di Tak. Secondo quanto riferito dalla polizia, il mezzo trasportava lavoratori immigrati dalla Birmania.

A bordo del mezzo c’erano 47 lavoratori che avevano appena attraversato il confine con la Thailandia per lavorare legalmente. Altre tre persone sull’autobus sono state ferite. Il resto dei passeggeri è uscito illeso.

La provincia di Tak ha riferito che l’autobus, noleggiato, proveniva dalla provincia di Mae Sot ed era diretto alla zona industriale Nava Nakorn di Pathum Thani.

L’incidente è avvenuto al chilometro 60 dell’autostrada 12, all’interno del parco nazionale Taksin Maharat.

Secondo le prime ricostruzioni, il motore dell’autobus ha preso fuoco e il rogo si è diffuso rapidamente nel veicolo.

Gli immigrati birmani avevano appena completato la registrazione dei permessi di lavoro.

Si stima che la Thailandia abbia più di 3 milioni di lavoratori migranti, molti dei quali provengono dalla vicina Birmania. Le regole per i permessi di lavoro sono state rafforzate nel 2017.

Notizia in aggiornamento