Hamas si è detto pronto a lasciare il potere nella Striscia di Gaza
Condividi su:

Hamas si è detto pronto a lasciare il potere nella Striscia di Gaza

Il gruppo che governa il territorio palestinese dal 2006 è disposto a portare avanti dei colloqui con i rivali di al-Fatah e ad andare a elezioni

17 Set. 2017  
Credit: Said Khatib

Il gruppo militante palestinese Hamas ha dichiarato di essere pronto a sciogliere il comitato che governa Gaza e tenere elezioni generali per la prima volta dal 2006.

Il gruppo ha inoltre detto di essere intenzionato a portare avanti colloqui con i rivali di al-Fatah, per porre fine a un decennio di ostilità. I primi incontri sono avvenuti al Cairo.

Il vice leader di Fatah, Mahmoud al-Aloul, ha accolto con cautela l’apertura di Hamas, giudicandola però “positiva e promettente”.

Dopo i sanguinosi scontri del 2007, Fatah fu completamente estromesso dalla Striscia di Gaza.

Nei colloqui saranno tanti i problemi da chiarire, incluso il controllo delle frontiere e la riconciliazione sociale.

Hamas ha vinto le elezioni del 2006 ma dopo gli scontri del 2007, il presidente Mahmoud Abbas ha licenziato il primo ministro di Hamas. Il gruppo ha continuato a governare Gaza, mentre Fatah continua a guidare l’Autorità palestinese in Cisgiordania.

Associated Press riferisce che non è ancora chiaro se Hamas è pronto a mettere le proprie forze di sicurezza sotto il controllo di Fatah, uno dei punti di contrasto più accesi in passato.

Hamas è considerato un gruppo terroristico da Israele, Stati Uniti, Unione europea e altri paesi.

Dal 2007, Israele e Egitto stanno portando avanti un embargo di terra e di mare sulla Striscia, nel tentativo di prevenire attacchi da parte dei militanti che vivono nell’area.