Me

Il supermercato tedesco svuotato per promuovere l’integrazione

Immagine di copertina

I clienti di un supermercato della catena Edeka di Amburgo, Germania, hanno avuto una sorpresa piuttosto inquietante quando il 19 agosto sono entrati nel supermarket per fare spese.

Di fronte a loro si è infatti presentata una scena che un cliente su Twitter ha definito scrivendo “Sembra di stare a Cuba”: gli scaffali erano infatti quasi completamente vuoti tranne che per qualche prodotto qua e là.

La situazione non era però dovuta a una presunta crisi economica tedesca, ma si trattava di una deliberata scelta da parte dei gestori del supermercato, che hanno deciso di usare questo metodo per lanciare un messaggio contro il razzismo.

Quelli rimasti sugli scaffali erano infatti solo i prodotti tedeschi, escludendo quindi tutti quelli provenienti da altri paesi, e spiegando il gesto con dei cartelli con frasi come “Uno scaffale senza stranieri è davvero vuoto”, o “Questo ripiano è abbastanza noioso senza varietà”.

Si trattava quindi di una metafora dell’accoglienza e dell’accettazione della diversità, durata per un giorno ma che ha fatto molto parlare di sé grazie ai social network, per un messaggio che la catena ha sintetizzato nello slogan: ”Edeka sta per diversità”.

Ecco alcune foto a testimonianza della scena vista ad Amburgo: