Me

Crescono le tensioni in Venezuela per l’insediamento dell’Assemblea Costituente

L'opposizione venezuelana ha posticipato di un giorno, dal 3 al 4 agosto, le manifestazioni di protesta in piazza, di modo da farle coincidere con l'insediamento dell'organo

Immagine di copertina

Nella giornata del 4 agosto è previsto l’insediamento dell’Assemblea Costituente venezuelana, eletta domenica 30 luglio a seguito delle elezioni volute dal presidente Nicolas Maduro.

La nuova Assemblea Costituente, composta da 545 membri, avrà ampi poteri e il compito di riscrivere la costituzione del paese. Potrà sciogliere il Parlamento, oggi appannaggio dell’opposizione, modificare le leggi in vigore, e intervenire sulla magistratura.

Sullo svolgimento delle elezioni la procuratrice generale del Venezuela, Luisa Ortega Diaz, ha annunciato di aver aperto un’inchiesta per possibili brogli.

– LEGGI ANCHE: Cosa c’è da sapere sulle elezioni dell’Assemblea costituente tenutesi in Venezuela

“Ho nominato due pubblici ministeri che indagheranno sui quattro direttori del Consiglio elettorale nazionale per questo fatto veramente scandaloso”, ha detto Ortega alla Cnn dopo che la società britannica incaricata di gestire il voto, la Smartmatic, ha dichiarato falsi i dati sulle percentuali di affluenza.

Secondo il governo venezuelano, 8,1 milioni di cittadini hanno partecipato al voto.

Questi dati però sono stati smentiti dall’opposizione che ha accusato Maduro di fornire numeri falsi.

L’opposizione infatti sostiene che solo 2,48 milioni di persone dei 19,4 milioni che hanno diritto di voto nel paese, si sono recati alle urne.

Per la giornata di oggi sono previste forti tensioni dal momento che anche l’opposizione ha posticipato di un giorno, dal 3 al 4 agosto, le manifestazioni di protesta in piazza, in modo da farle coincidere con l’insediamento dell’Assemblea.