Me
Un uomo è stato arrestato perché trafficava cobra nei pacchetti di patatine
Condividi su:

Un uomo è stato arrestato perché trafficava cobra nei pacchetti di patatine

I funzionari della dogana di Los Angeles avevano trovato tre serpenti in un pacco inviatogli dall'Asia. In casa aveva tartarughe protette e un cucciolo di coccodrillo

27 Lug. 2017

Un uomo originario della California è stato arrestato a Los Angeles per importazione illegale di animali protetti. I funzionari della dogana avevano trovato tre cobra reali nascosti in un pacco con una busta di patatine a lui indirizzato.

Gli agenti federali hanno sequestrato i serpenti lunghi circa due metri, dopo aver controllato un pacchetto proveniente da Hong Kon e indirizzato all’uomo di 34 anni, di nome Rodrigo Franco.

Oltre ai serpenti, nella spedizione inviata attraverso il servizio postale statunitense erano comprese anche tre tartarughe cinesi.

Con un mandato di perquisizione i federali hanno anche controllato la casa dell’uomo, rinvenendo nella camera dei figli una tanica contenente un cucciolo di coccodrillo di Morelet, tartarughe comuni e alligatore, e cinque tartarughe dal dorso di diamante: tutti animali protetti dalla legge statunitense.

I cobra reali sono tutelati come specie in via di estinzione e la loro importazione o esportazione è vietata in virtù della Convenzione sul commercio internazionale delle specie in pericolo.

Secondo le autorità, l’uomo si era accordato con un uomo asiatico per la spedizione degli animali dall’Asia agli Stati Uniti tramite alcuni messaggi rinvenuti sul suo cellulare. Rodrigo Franco aveva detto al mittente di aver precedentemente ricevuto cobra vivi e di volerne donare cinque ad alcuni partenti in Virginia.

L’uomo ha ammesso di aver già importato 20 cobra reali grazie a due spedizioni, ma gli animali erano morti tutti durante il trasporto.

“Due dei tre cobra precedentemente sequestrati a marzo hanno ricevuto assistenza allo zoo di San Diego, mentre il terzo è morto per cause sconosciute”, hanno dichiarato i funzionari al Los Angeles Times.

Se condannato, l’uomo dovrà scontare 20 anni di carcere.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus