Me
Trump ha interrotto un’intervista dopo una domanda sulle intercettazioni di Obama
Condividi su:

Trump ha interrotto un’intervista dopo una domanda sulle intercettazioni di Obama

Quando l’anchorman della CBS John Dickerson ha citato le precedenti dichiarazioni del presidente sulle intercettazioni, Trump ha preferito interrompere la conversazione

02 Mag. 2017

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha interrotto piuttosto bruscamente un’intervista con il giornalista della CBS John Dickerson nel momento in cui questo gli ha chiesto conto delle sue dichiarazioni sul fatto che l’ex presidente Obama lo avrebbe intercettato a sua insaputa.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come. 

Come dimostra un video andato in onda lunedì mattina durante il programma CBS This Morning, Dickerson aveva avuto una lunga conversazione con Trump all’interno dello Studio ovale della Casa bianca per parlare dei suoi primi cento giorni da presidente, ma quando l’anchorman ha citato le intercettazioni, Trump ha preferito interrompere la conversazione.

Dickerson si riferiva alla dichiarazione fatta da Trump attraverso un tweet dello scorso 4 marzo, in cui il presidente affermava: “Terribile! Ho appena scoperto che Obama mi ha ‘intercettato’ nella Trump Tower poco prima della mia vittoria. Non ha trovato nulla. Questo è maccartismo!” e “Quanto è sceso in basso il presidente Obama per intercettare il mio telefono durante il sacro momento della campagna presidenziale. È come per Nixon e il Watergate. Una persona malvagia (o malata)!”.

Trump non aveva però presentato alcuna prova a sostegno di queste dichiarazioni, e i vertici dell’intelligence statunitense avevano poi dovuto negare che ci fosse stata alcuna intercettazione nei suoi confronti.

Durante la recente intervista, il presidente ha rincarato la dose dicendo: “Obama è stato molto gentile con me, ma dopo abbiamo avuto alcune difficoltà. Per me le parole sono meno importanti delle azioni, e avete visto quello che è successo con la sorveglianza, tutti l’hanno visto”.

Quando Dickerson ha incalzato il presidente ricordandogli di aver definito Obama “malvagio o malato”, Trump ha dimostrato un certo nervosismo, ha evitato di commentare e dopo uno scambio piuttosto teso di battute ha detto al giornalista “Ok, è abbastanza. Grazie molte”, e si è seduto al suo tavolo invitando l’ospite a uscire.

Dickerson ha poi commentato: “Penso che fosse abbastanza chiaro che dovessi uscire o sarei stato accompagnato da qualcuno. Era giunto il momento di finire la nostra conversazione”.

Questo il video dell’intervista, e intorno al minuto 7:30 l’inizio della tensione tra i due:

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus