Me
In un video William e Harry raccontano a Kate del dolore per la morte della madre
Condividi su:

In un video William e Harry raccontano a Kate del dolore per la morte della madre

Un filmato di sette minuti, diffuso sulla pagina ufficiale della famiglia reale, vede i tre esporsi sulle proprie storie personali rispetto alla salute mentale

21 Apr. 2017

I più giovani membri della famiglia reale britannica, ossia il principe Harry, il principe William e sua moglie la duchessa di Cambridge Kate Middleton, hanno già da tempo lanciato la campagna Heads Together per sostenere i problemi relativi alla salute mentale. Il 21 aprile hanno diffuso su Facebook un video dedicato alla causa.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Si tratta di un filmato di circa sette minuti, pubblicato sulla pagina Facebook ufficiale della famiglia reale. I tre si lasciano andare senza censure ad ammissioni sulle proprie storie personali di lotta con la depressione, in particolare i due orfani di Lady Diana, morta nel 1997 a Parigi in un incidente automobilistico.

Già alcuni giorni fa il principe Harry aveva raccontato delle sue difficoltà emotive e aveva ammesso di aver consultato uno psicoterapeuta per affrontare i demoni legati alla morte della madre, e ora anche suo fratello e sua cognata hanno voluto dire la loro.

Nel nuovo video, i principi hanno raccontato a Kate di come la morte di Diana li abbia legati in modo indissolubile, anche se hanno ammesso di non aver affrontato l’argomento per anni. 

Ecco il video:

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus