Me

L’attore di Gandalf ha raccontato di aver rifiutato il ruolo di Albus Silente

Durante un talk show, Ian McKellen ha rivelato che avrebbe potuto recitare anche la parte di un altro noto mago del grande schermo, ma che aveva declinato l'offerta

Immagine di copertina

Sir Ian McKellen, l’attore che nella trilogia del Signore degli anelli (2001-2003) e dello Hobbit (2012-2014) ha ricoperto in modo memorabile la parte dello stregone Gandalf, avrebbe potuto interpretare anche un altro notissimo mago del grande schermo: Albus Silente.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Per chi non fosse familiare con il cinema fantastico, si tratta della figura nata dalla penna della scrittrice J.K. Rowling, che nella saga di Harry Potter lo ha immaginato come anziano e saggio preside della scuola di magia di Hogwarts, nonché mentore del giovane mago protagonista.

Quando nel 2001 la saga letteraria fu portata al cinema, a interpretare il personaggio fu chiamato l’attore britannico Richard Harris, che però morì il 25 ottobre 2002 all’età di 72 anni, dopo aver interpretato solo due film della saga sugli otto capitoli complessivi.

Quando Harris morì, i produttori della saga si dovettero preoccupare di trovare un altro attore in grado di sostituirlo, possibilmente altrettanto rispettato, e contattarono anche Ian McKellen, all’epoca già notissimo per il ruolo di Gandalf, ma in seguito optarono per l’altro veterano Michael Gambon.

Questo un fotoconfronto tra i due attori che hanno interpretato Silente:

Dopo averne già parlato in altre occasioni in passato, il 3 aprile McKellen ha raccontato durante la trasmissione televisiva della Bbc HARDTalk perché non abbia accettato la parte.

L’intervistatore Stephen Sackur stava ricordando di quando, prima di morire, Richard Harris non avesse speso buone parole per lui, definendo lui e il collega Derek Jacobi “tecnicamente impeccabili, come orologi Omega, ma sotto sotto vuoti, perché le loro vite sono vuote”.

McKellen ha definito la critica “una sciocchezza”, e ha poi raccontato: “Lui faceva la parte di Silente, lo stregone, io invece facevo lo stregone originale. Quindi quando è morto mi hanno chiamato e mi hanno chiesto se fossi interessato a una parte nei film di Harry Potter, senza specificare detto quale parte. Io ho intuito quale fosse, e non ho potuto farlo. Non sarei riuscito a prendere in consegna la parte da un attore che sapevo non apprezzare il mio lavoro”.

Quando l’intervistatore ha quindi esclamato: “Avrebbe potuto essere Silente, quindi”, l’attore ha risposto scherzosamente: “A volte quando vedo i manifesti di Michael Gambon, l’attore che interpreta splendidamente Silente, a volte penso di essere io! Sai, a entrambi vengono chiesti autografi per il ruolo dell’altro!”.

Questo il video: 

(L’articolo prosegue in basso)


Già nel 2002, poco dopo la morte di Harris, McKellen aveva scritto un breve messaggio sul suo sito per offrire le sue impressioni sul collega scomparso e sull’eventuale ruolo di Silente: “Tramite email mi viene chiesto: ‘Possiamo convincerti ad accettare il ruolo di Silente nei prossimi film di Harry Potter???? Saresti perfetto per il ruolo! Non mi viene in mente nessuno migliore di te. PER FAVORE!’

Richard Harris era un formidabile giovane attore e col tempo ha sviluppato uno stile tutto suo, il che è invidiabile. L’ho incontrato dieci anni fa all’hotel del rock, il Sunset Marquis di Los Angeles. Era al bar, beveva soda con due barboncini in miniatura ai suoi piedi. Sembrava un personaggio di un film di Jacques Tati. Quando di recente ha criticato me ed altri per il fatto di essere attori senza passione ho immaginato che fosse un po’ infastidito per il fatto che mi ero aggiudicato il mago migliore sullo schermo.

Ma la recitazione non è una competizione, naturalmente. Non ho ancora visto il primo Harry Potter. Prima che Richard Harris morisse c’è stata una richiesta al sottoscritto da parte degli autori di Harry Potter riguardo all’ipotesi di “fregarsi” Gandalf. Non è stato specificato se il Grigio o il Bianco”.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Campagna regione lazio