Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Trump incontra Netanyahu e dichiara che si impegnerà per la pace in Medio Oriente

“Uno o due stati non importa”, ha detto il presidente statunitense. “Preferisco la soluzione che è gradita a entrambe le parti”

Immagine di copertina

Si è svolto a Washington mercoledì 15 febbraio il primo incontro tra il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e il primo ministro israeliani Benjamin Netanyahu. Il presidente Usa ha dichiarato che lavorerà duramente per ottenere “un accordo di pace davvero grande” tra Israele e Palestina e che i due paesi dovranno negoziare direttamente un’intesa.

Trump ha detto inoltre a Netanyahu che entrambe le parti dovrebbero scendere a compromessi e gli ha chiesto di contenersi per un po’sugli insediamenti in Cisgiordania.

Nella conferenza stampa congiunta che ha seguito l’incontro, Trump si è espresso sulla soluzione politica dei due stati per Israele e Palestina, a lungo sostenuta dagli Stati Uniti.

“Uno o due stati non importa”, ha detto il presidente statunitense. “Preferisco la soluzione che è gradita a entrambe le parti”.

Trump sta lavorando per ottenere che l’ambasciata americana sia spostata da Tel Aviv a Gerusalemme, una decisione malvista dai palestinesi. 

Il presidente degli Stati Uniti ha parlato dei rapporti con Israele come “un’alleanza indistruttibile” e ha definito ingiuste “le azioni unilaterali da parte dell’Onu contro Israele”.

— Leggi anche: TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE SUGLI INSEDIAMENTI ISRAELIANI IN PALESTINA

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**