Me

La Chiesa luterana norvegese celebrerà matrimoni gay

Anche altre denominazioni protestanti, come la Chiesa protestante francese e la Chiesa presbiteriana statunitense, consentono il matrimonio tra persone dello stesso sesso

Immagine di copertina

La Chiesa luterana norvegese ha votato lunedì 30 gennaio 2017 a favore di un nuovo linguaggio cerimoniale che consentirà ai pastori di celebrare matrimoni tra persone dello stesso sesso, come già accade in seno ad altre denominazioni protestanti.

Ad aprile del 2016 l’annuale conferenza ecclesiastica ha deciso di appoggiare i matrimoni tra persone dello stesso sesso, ma non aveva trovato un accordo su come modificare il testo liturgico. I cambiamenti adottati lunedì fanno sì che il linguaggio usato sia neutro, eliminando le parole “sposa” e “sposo”, ed entreranno in vigore dal 1 febbraio.

Nel 2015 sia la Chiesa protestante francese sia la Chiesa presbiteriana statunitense avevano dato il via libera alla celebrazione di matrimoni tra persone dello stesso sesso.

La Norvegia è stata il secondo paese a consentire la registrazione delle coppie formate da persone dello stesso sesso nel 1993, seguendo l’esempio della Danimarca, e ha consentito loro il matrimonio civile nel 2009. Circa il 73 per cento dei norvegesi dichiara di appartenere alla confessione luterana (dati 2015). 

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**