Me
Un’autobomba uccide 13 pellegrini sciiti nel sud dell’Iraq
Condividi su:

Un’autobomba uccide 13 pellegrini sciiti nel sud dell’Iraq

Secondo fonti mediche tra le vittime ci sono donne e bambini

02 Mag. 2016

Lunedì 2 maggio un’autobomba ha ucciso 13 persone a sud di Baghdad, in Iraq. Lo hanno reso noto fonti della sicurezza irachena citate dall’agenzia AFP. 

Le vittime sono tutti pellegrini sciiti in marcia verso il santuario dell’Imam Mousa al-Khadim, per commemorare la morte del settimo dei 12 imam sciiti, morto nel 799 d.C. a Baghdad.

L’esplosione ha provocato anche 22 feriti. Fonti mediche locali hanno precisato che fra le vittime ci sono molte donne e bambini. 

L’attacco non è stato ancora rivendicato, ma le autorità locali non hanno escluso che dietro ci sia la mano del sedicente Stato Islamico. 

Nei giorni precedenti la commemorazione annuale, molte delle principali arterie di Baghdad sono state chiuse per motivi di sicurezza. 

La commemorazione principale al santuario che si trova nel quartiere Khadhimiya di Baghdad avrà luogo martedì. 

Si tratta dell’ultimo attentato in ordine di tempo. Domenica primo maggio, un duplice attacco ha sconvolto la città di Samawah, sempre nel sud paese. 

LEGGI ANCHE: Che cosa sta succedendo in questi ultimi giorni in Iraq?

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus